comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:FIRENZE14°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 24 ottobre 2020
corriere tv
Scontri a Napoli mentre De Magistris è in tv. La Annunziata: «Cosa ci fa qui?»

Imprese & Professioni venerdì 18 settembre 2020 ore 09:25

​Contante addio: arrivano i bonus del governo fino a 300 euro

Dal primo dicembre potrebbe arrivare l'incentivo per l'utilizzo dei pagamenti elettronici. Bonus annuale fino a 300 euro. Escluso l'online



TOSCANA — L'emergenza sanitaria globale del 2020 e l'esigenza di prendere tutte le precauzioni del caso per cercare di contenere la propagazione del coronavirus, hanno ulteriormente accentuato un processo da lungo tempo già in corso: l'utilizzo del denaro contante va infatti sempre più assottigliandosi e negli ultimi mesi il trend è andato ulteriormente aumentando.

Tra carte di credito contactless e pagamenti elettronici , la carta moneta ha ridotto di molto la sua circolazione. Perfino un rito antico e molto amato come quello del gioco d'azzardo con lo scambio di banconote in fishes, si è quasi del tutto trasformato e trasferito sui casino online dove si apre il proprio conto di gioco tramite l'utilizzo di vari operatori come Paypal, Postepay, Skrill oppure con carte di debito e credito varie.

Da dicembre gli Incentivi del Governo ai pagamenti elettronici

L'utilizzo di pagamenti alternativi al contante è dunque diventato la normale consuetudine già per tantissimi italiani e a breve arriverà un ulteriore incentivo da parte del Governo che grazie ai pagamenti elettronici e dunque tracciabili, si augura di poter combattere in modo sempre più incisivo l'evasione fiscale.

Si chiamerà piano cashless e se dovesse essere approvato dal primo dicembre di quest'anno, i consumatori che utilizzeranno carte di crediti e debito, riceveranno un bonus del 10% sui propri acquisti. Un vero e proprio " cashback" sostanzialmente ma dello Stato, a fronte di una spesa minima di 3.000 euro annuale. La misura ancora non è definitiva e dunque sono in corso vari tipi di aggiustamenti come ad esempio, oltre alla quota dei 3.000 euro da raggiungere, anche un limite minimo di operazioni da compiere per incentivare ulteriormente l'uso di pagamenti elettronici.

Nessun bonus per l'online

E' bene sottolineare però che il bonus riguarda soltanto i pagamenti effettuati tramite POS e non quelli online dove il contante non può essere utilizzato per ovvie ragioni tecniche e tutte le forme di pagamento sono già ora tracciabili ed elettroniche.

Questa discriminante potrebbe essere un incentivo al commercio al dettaglio che, oltre alla conseguenze recenti della pandemia che si sono ovviamente sentite anche ad Arezzo, già da anni soffre la concorrenza dell'ecommerce, in particolare il gigante Amazon che anche in Italia ha allargato ampiamente il suo catalogo merceologico in modo letteralmente esponenziale. Uno sconto effettivo del 10% su ogni acquisto effettuato potrebbe davvero essere un volano straordinario alla ripresa del fatturato dei commercianti al dettaglio.

I dettagli da limare

L'ambizioso piano cashback previsto in partenza per il 1 Dicembre, tuttavia ha molti aspetti ancora da limare. Il più importante è definire come verranno effettuate le restituzioni e le opzioni possibili sono molteplici tra cui ricevere il rimborso del 10% direttamente sulla carta di credito utilizzata dopo un certo periodo di tempo o in alternativa ricevere uno sconto sulle imposte da versare allo Stato.

Da tempo poi proseguono gli incontri del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte con gli operatori del settore la cui volontà è imprescindibile ed infine deve arrivare anche il via libera vincolante della Corte dei Conti e delle Autorità tra cui il Garante della Privacy. L'ultimo scoglio infine è quello tecnico con miliardi di dati delle transazioni che dalle piattaforme private devono essere trasferiti alla Agenzie delle Entrate per lo scopo già evidenziato di contrastare l'evasione fiscale.

Nel 2022 riduzione importo massimo uso contante

Oltre a questo grande progetto, in parallelo sono state prese altre misure che vanno nella stessa direzione. Dallo scorso luglio infatti è stato attivato il credito d'imposta per le commissioni pagate dagli esercenti sui pagamenti elettronici, oltre all'esenzione fiscale sull'uso dei buoni pasto tracciabili. Inoltre dal primo gennaio del 2022 l'importo massimo di utilizzo per acquisti in contanti si più che dimezzerà , passando da dall'attuale soglia di 1.999,99 euro, entrata in vigore lo scorso 1 luglio , a 999 euro.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità