Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°27° 
Domani 16°28° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 18 giugno 2019

Attualità martedì 12 agosto 2014 ore 17:12

Scoperto canile lager

Una decina i cani tenuti in condizioni raccapriccianti scoperti dai carabinieri e dai tecnici veterinari .Denunciati i propietari del canile per maltrattamento



AREZZO — Raccapricciante. E’ questo il termine utilizzato dai tecnici veterinari per descrivere lo scenario che si sono trovati davanti quando, a seguito di una segnalazione giunta ai carabinieri di Subbiano, hanno effettuato un intervento di controllo in un appezzamento di terreno al Castelluccio nel comune di Capolona.


Giunti sul posto, operatori del Servizio Veterinario e carabinieri, si sono trovati di fronte ad una situazione generale sconcertante, caratterizzata da forte degrado, abbandono e incuria dell'ambiente, oltre a cani debilitati, malnutriti e infestati da parassiti.

Nel canile lager erano presenti 10 cani (solo alcuni identificabili perché muniti di microchip) di cui 3 cuccioli, 6 cani adulti e 1 carcassa di cane adulto. Il cane morto era sistemato in un recinto colmo di escrementi secchi e vecchi di qualche mese, con tutto il corpo e le cavità oculari e orale invasi da uova di mosca e da larve, a riprova che l'animale ha vissuto gli ultimi giorni "mangiato vivo" dalle stesse.

Altri due cani adulti presentavano un forte dimagrimento, mentre tutti gli animali avevano una fortissima irritazione della pelle, con perdita di pelo e petecchie emorragiche causate dalla massiva presenza di pulci.
In tutti i box si poteva constatare l'assenza di cibo o la presenza di solo pane duro e stantio, mentre l'acqua era per la maggior parte assente, e se c'era era sporca o con larve dentro o irraggiungibile.

Tutti gli animali sono stati immediatamente allontanati da questa sorta di campo di concentramento e portati al canile di Arezzo con l'aiuto di personale e volontari ENPA. Una volta sistemati tutti i cani all'interno dei box del canile è stato fornito loro cibo fresco ed acqua pulita e sono stati trattati immediatamente con prodotti antiparassitari per alleviare il dolore causato dai continui pizzichi e curare le lesioni cutanee.

I cani sono stati posti sotto sequestro, mentre i tre diversi proprietari, naturalmente, sono stati denunciati per maltrattamento di animali.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Sport