Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°11° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 16 dicembre 2019

Cronaca lunedì 22 luglio 2019 ore 18:00

Caos treni, attentato alla sicurezza dei trasporti

Sarebbe questo il reato ipotizzato dalla procura per l'incendio appiccato da ognoti in tre punti nella zona della stazione ferroviaria di Rovezzano



FIRENZE — Attentato alla sicurezza dei trasporti è l'ipotesi di reato su cui sta lavorando la procura fiorentina in merito all'incendio che ha messo in ginocchio per ore la circolazione ferroviaria lungo la linea Av fra Milano e Napoli (vedi qui sotto gli articoli collegati).

L'origine dolosa del rogo è stata confermata anche da rete ferroviaria italiana. Stando ai primi riscontri, le fiamme sono state appiccate in tre punti diversi nella zona della stazione Fs di Rovezzano, mandando in tilt due centraline dell'alta velocità. E con queste l'intero traffico su ferro con decine di convogli cancellati, ritardi fino a 180 minuti, enormi disagi per i viaggiatori.

Il ministro degli interni Matteo Salvini, a Firenze per firmare un accordo con la regione Toscana sul nuovo numero di emergenza 112, ha fatto un sopralluogo alla stazione di Rovezzano e ai cronisti che gli hanno chiesto se si trattasse di un 'sabotaggio, ha risposto: "E' evidente, sono andate a fuoco nello stesso minuto due centraline a pochi metri di distanza che hanno spezzato in due il paese - ha detto il ministro Salvini - A me interessa che in Italia arrivi il principio che chi sbaglia paga e non puoi rovinare un lunedì di lavoro a migliaia e migliaia di lavoratori perle tue fottutissime idee che sono suoti dal tempo e dal mondo. Spero che nulla vada impunito".

Anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto con durezza nei confronti dei responsabili sull'incendio.

"Migliaia di viaggiatori oggi sono stati messi in difficoltà da un incendio alla linea ferroviaria vicino a Firenze che sembra essere doloso - ha scritto il premier sul suo account Twitter - Faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità affinchè i colpevoli siano perseguiti e severamente puniti per i disagi creati".



Tag

'Ndrangheta in Valle d'Aosta, Fosson si dimette da presidente: «Totalmente estraneo ai fatti»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca