Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°20° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 16 settembre 2019

Cronaca venerdì 18 gennaio 2019 ore 11:52

Gli spacciatori smascherati su Whatsapp

I carabinieri hanno arrestato due spacciatori di 21 anni che comunicavano con i i giovanissimi clienti attraverso messaggi in codice su Whatsapp



BORGO SAN LORENZO — Avevano creato una rete di smercio al minuto di hashish e marijuana, vendendo la droga tramite messaggini su Whatsapp con testi allusivi noti solo agli spacciatori e ai loro clienti, a ragazzi minorenni, a ex compagni di scuola, conoscenti coetanei e amici. 

Ma la rete è stata scoperta dai carabinieri che hanno bloccato il traffico di stupefacenti. Dalle prime ore dell'alba i carabinieri della compagnia di Borgo San Lorenzo hanno eseguito due provvedimenti cautelari, uno agli arresti domiciliari e l'altro che dispone l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, emessi dal Gip del Tribunale di Firenze.

L'operazione ha impegnato oltre quaranta militari dell'Arma di Borgo San Lorenzo e del comando provinciale di Firenze, con il supporto di un'unità cinofila.

Le indagini si sono sviluppate attraverso la ricostruzione della rete di collegamenti dei due giovani con loro coetanei assuntori di sostanze stupefacenti. I carabinieri hanno rinvenuto numerosi messaggi con linguaggio criptico.

La ricostruzione non è stata agevole: mai facevano esplicito riferimento allo stupefacente nelle interlocuzioni. Le sostanze erano chiamate 'Kinder', 'Cacao' o 'Balaur, oppure descritte con 'emoticon' raffiguranti tavolette di cioccolata in miniatura; l'espressione 'prenota un tavolo' faceva riferimento all'opzione di un acquisto di stupefacente.



Tag

L'entrata trionfale di Piero Angela al convegno con i guardiani di Star Wars: sorpresa e applausi dai presenti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca