Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°19° 
Domani 12°19° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 14 ottobre 2019

Attualità lunedì 31 luglio 2017 ore 17:30

Calamità e danni alle aziende, domande al via

Dal 31 agosto le imprese toscane colpite da eventi calamitosi avvenuti negli anni 2013, 2014 e 2015 possono richiedere il contributo allo Stato



FIRENZE — La presidenza del Consiglio dei Ministri ha infatti assegnato alla Toscana ventidue milioni e duecentomila euro per far fronte alle richieste delle imprese che hanno subito danni a causa di nubifragi, alluvioni e frane.

I contributi, concessi sotto forma di finanziamento agevolato assistito da garanzia statale, sono rivolti alle imprese private che operano in tutti i settori ad eccezione di quello agricolo, purchè non abbiano cessato la propria attività e a suo tempo abbiamo presentato al al Comune in cui hanno sede la scheda "C" di accertamento danni.

Gli eventi calamitosi a cui fa riferimento il bando sono quelli accaduti dal 2013 al 2015 ed in particolare: 

- il maltempo del marzo 2013 in alcuni Comuni delle province di Arezzo, Firenze, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato; 

- gli eccezionali eventi meteorologici verificatisi il 20, 21 e 24 ottobre 2013 nel territorio regionale; 

- gli eventi meteorologici che il 19 e 20 settembre 2014 hanno colpito il territorio delle province di Firenze, Lucca, Pisa, Pistoia e Prato; 

- le eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio delle province di Grosseto, Livorno, Massa Carrara e Pisa dall'11 al 14 ottobre 2014 ed il territorio delle province di Lucca e Massa Carrara dal 5 al 7 novembre 2014; 

- gli eccezionali eventi alluvionali verificatisi dal 1primo gennaio all'11 febbraio 2014 in tutta la regione; 

- gli eventi meteorologici che il 24 e 25 agosto 2015 hanno colpito il territorio della provincia di Siena; 

le eccezionali avversità atmosferiche che il 5 marzo 2015 hanno colpito il territorio delle province di Firenze, Arezzo, Lucca, Massa Carrara Prato e Pistoia.

Il contributo prevede un limite massimo di 450 mila euro e servirà per risarcire il ripristino strutturale e funzionale dell'immobile nel quale ha sede l'attività d'impresa, per macchinari e attrezzature dell'impresa danneggiati e per l'acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti danneggiati o distrutti e non più utilizzabili.

"Il bando  sarà pubblicato sul Burt il prossimo 30 agosto - ha spiegato l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo – Dal giorno successivo le imprese interessate presentare domanda attraverso la piattaforma online di Sviluppo Toscana. È stato deciso di aspettare la fine di agosto per la pubblicazione proprio per agevolare le imprese, visto che da quel momento scattano i quaranta giorni di tempo per presentare la domanda".



Tag

Quota 100, Salvini: «Se la aboliscono per tornare alla legge Fornero, ci barrichiamo in Parlamento»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità