Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°27° 
Domani 18°27° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 23 agosto 2019

Attualità martedì 21 febbraio 2017 ore 16:40

Congresso Pd, ecco la commissione

Matteo Orfini

Nella commissione per il congresso entrano anche le deputate toscane Bini e Nardi. L'assessore di Reggio Mirko Tutino lascia il Pd per Enrico Rossi



ROMA — Pluralismo e rappresentanza, questi i criteri con cui è stata composta la commissione congresso. Lo ha spiegato il presidente del Pd Matteo Orfini durante la direzione del partito o "fotografa lo stato attuale del Partito Democratico". 

Ecco gli esponenti Pd che Matteo Orfini ha proposto in direzione per comporre la commissione Congresso: Silvia Fregolent, Martina Nardi, Mauro Del Barba, Alberto Losacco, Caterina Bini, Sergio Logiudice, Ernesto Carbone, Tommaso Ginoble, Emilio Di Marzio, Teresa Piccione, Roberto Morassut, Micaela Campana, Claudio Mancini, Michele Bordo, Andrea De Maria, Paolo Acunzo, Lorenzo Guerini, Roberto Montanari, Antonio Rubino.

Martina Nardi è deputata del partito Democratico e è di Carrara, Caterina Bini anche lei deputata è di Pistoia.

La commissione potrà essere integrata dai rappresentanti dei candidati alla segreteria del Pd.

Nei prossimi giorni la commissione proporrà alla direzione regole e tempi delle tre fasi congressuali: la presentazione delle candidature, le votazioni tra gli iscritti, le primarie aperte.

Intanto l'assessore del Comune di Reggio Emilia, Mirko Tutino, con un post su Facebook annuncia il suo addio al Pd per convergere sulla nuova forza politica del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi: "Così come ho detto che avrei votato no al referendum costituzionale e l'ho fatto a viso aperto, oggi scelgo di partecipare a un progetto diverso". 

La sua uscita dal partito era stata annunciata ieri sera alla direzione provinciale del partito di Reggio Emilia. Insieme a Tutino sarebbe pronta ad uscire dai democratici per unirsi a Rossi anche la consigliera regionale Silvia Prodi, nipote dell'ex premier Romano Prodi.

Mirko Tutino ha spiegato di seguire Enrico Rossi perché il governatore toscano "ha impostato una nuova idea programmatica per il centrosinistra italiano. E lo farò insieme a tanti altri compagni di viaggio che risultano più coerenti con quest'idea e quest'impostazione".

Tutino e Prodi sono tra i fondatori di Democraticisocialisti, l'associazione del presidente della Toscana. Entrambi hanno convocato per domani un'assemblea aperta sul futuro del centrosinistra.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità