Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°15° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 18 ottobre 2019

Attualità giovedì 12 giugno 2014 ore 20:05

Corporacion America dice sì alle prescrizioni

intervista esclusiva a Roberto Naldi di Tommaso Tafi - 4 giugno 2014

Nel giorno dell'adesione della Regione all'Opa su Sat, i soci argentini ribadiscono di essere pronti a lavorare per l'integrazione degli scali toscani



FIRENZE — Corporacion america, che ha già il controllo sull'aeroporto di Firenze e chiuderà l'Opa su quello di Pisa il 17 giugno (ma in questo caso non è ancora scontato che l'obiettivo del 51% sia raggiunto) in un comunicato stampa diffuso subito dopo l'adesione all'Opa su Sat da parte della Regione ha ribadito il proprio impegno ad ''inserire nelle future strategie imprenditoriali il rispetto di tutti gli atti di pianificazione territoriali regionali''. 

In particolare il gruppo argentino ha precisato di:

- condividere lo sviluppo di un sistema aeroportuale che preveda per l'aeroporto di Pisa una crescita progressiva del traffico passeggeri, conformemente a quanto presentato nel Master Plan di SAT, e per l'aeroporto di Firenze un terminal e una nuova infrastruttura di volo capaci di garantire maggiori volumi di traffico passeggeri.

Inoltre Coporacion America si è impegnare a:

- sviluppare il piano di integrazione, nel pieno rispetto delle prescrizioni degli strumenti di pianificazione territoriale regionale, in corso di approvazione in Consiglio Regionale, prevedendo infrastrutture che, in piena sicurezza, consentano il raggiungimento degli obiettivi di traffico indicati nelle "Linee Guida su Piano Strategico per SAT e ADF" predisposte dall'Offerente;

-  sviluppare il piano di integrazione mantenendo la vocazione per ognuno dei due aeroporti, come indicata nelle linee guida medesime.

Guarda qui sopra la video-intervista esclusiva al presidente di Corporacion America Roberto Naldi

Testo integrale del comunicato stampa di Corporacion America

Corporacion America Italia S.r.l.

Comunicazione

ex articoli 36 e 41 del Regolamento Emittenti n. 11971/1999

OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA TOTALITARIA PROMOSSA DA CORPORACION AMERICA ITALIA S.R.L. SU AZIONI ORDINARIE SOCIETA' AEROPORTO TOSCANO (S.A.T.) GALILEO GALILEI S.P.A. – COMUNICAZIONI IN MERITO AL COMUNICATO DELLA REGIONE TOSCANA DATATO 4 GIUGNO 2014

Milano, 12 giugno 2014 – Corporacion America Italia S.r.l. (l'"Offerente") fa seguito al comunicato stampa della Regione Toscana datato 4 giugno 2014 riguardante la delibera del 30 maggio 2014 con cui la Giunta Regionale ha, tra l'altro, (i) definito nel dettaglio la propria strategia in merito all'offerta pubblica di acquisto promossa dall'Offerente su azioni ordinarie di Società Aeroporto Toscano (S.A.T.) Galileo Galilei S.p.A. ("SAT") e (ii) richiesto esplicite dichiarazioni di impegno da parte dell'Offerente a inserire nelle future strategie imprenditoriali il rispetto di tutti gli atti di pianificazione territoriali regionali.


A riguardo, l'Offerente rende noto al mercato di aver confermato alla Regione Toscana che:


(i) condivide lo sviluppo di un sistema aeroportuale che preveda per l'aeroporto di Pisa una crescita progressiva del traffico passeggeri, conformemente a quanto presentato nel Master Plan di SAT, e per l'aeroporto di Firenze un terminal e una nuova infrastruttura di volo capaci di garantire maggiori volumi di traffico passeggeri;

(ii) svilupperà il piano di integrazione, nel pieno rispetto delle prescrizioni degli strumenti di pianificazione territoriale regionale, in corso di approvazione in Consiglio Regionale, prevedendo infrastrutture che, in piena sicurezza, consentano il raggiungimento degli obiettivi di traffico indicati nelle "Linee Guida su Piano Strategico per SAT e ADF" predisposte dall'Offerente;

(iii) svilupperà il piano di integrazione mantenendo la vocazione per ognuno dei due aeroporti, come indicata nelle linee guida medesime.



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca