comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 26°36° 
Domani 26°38° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 09 agosto 2020
corriere tv
Migranti e rotta balcanica: ecco i confini sguarniti tra Italia e Slovenia dove ogni notte passano a piedi centinaia di invisibili

Imprese & Professioni venerdì 03 luglio 2020 ore 09:45

Dopo il Covid, in Toscana decolla lo smart working

In Toscana ormai sono molti gli uffici che sono stati riaperti e che sono ormai completamente operativi. La situazione è migliorata in modo notevole ma l’emergenza sanitaria degli ultimi mesi ha anche introdotto nelle novità significative dal punto di vista lavorativo.



TOSCANA — Se infatti molti uffici sono aperti, alcuni hanno scelto di rimanere chiusi al pubblico e di continuare l’attività professionale mediante lo smart working.

Si tratta sicuramente di un cambiamento importante, che per alcuni dipendenti è stato percepito come un’opportunità positiva ma che per altri ha rappresentato un problema. Coloro che si sono trovati all’improvviso a lavorare in smart working infatti hanno dovuto organizzare il proprio tempo in modo diverso, procurarsi strumenti che mancavano e trovare lo spazio adeguato per gestire l’attività rimanendo a casa. Quelli che però sono stati in un primo momento percepiti come limiti, sono in realtà piccoli ostacoli che si possono superare con semplicità. Vediamo come si sono organizzati i lavoratori toscani che si sono dovuti reinventare con lo smart working.

L’organizzazione dell’ufficio a casa

Una delle difficoltà maggiori per molti dipendenti toscani che si sono trovati di punto in bianco a lavorare in smart working è stata l’organizzazione dell’ufficio. Non solo ritagliarsi uno spazio per portare avanti la propria attività senza distrazioni ma anche reperire tutto il materiale che in casa non avevano a disposizione. Quello che però inizialmente sembrava un problema insormontabile è stato risolto in breve tempo dai più. Stampanti, scanner e PC vengono pesso forniti dall’azienda mentre per il resto è sufficiente fare qualche acquisto online. Lavori anche tu in smart working e non sai dove reperire penne, block notes, fogli per stampante e via dicendo? La cancelleria per l’ufficio la trovi qui: ti basta ordinare ciò che ti serve e nel giro di 2-3 giorni ricevi tutto direttamente a casa.

Gestione del tempo e condivisione degli spazi

Un’altra difficoltà che hanno incontrato alcuni dipendenti toscani lavorando in smart working è stata legata alla gestione del tempo e alla condivisione degli spazi con gli altri membri della famiglia. Anche in questo caso però, salvo qualche rara eccezione, quello che inizialmente veniva percepito come un limite si è rivelato per molti un’opportunità. È chiaro che in un primissimo momento non è stato semplice per i dipendenti dover organizzare il tempo lavorativo rimanendo a casa e la situazione è stata ancora più difficile per coloro che avevano anche figli da tenere d’occhio. Chi vive in appartamenti di piccole dimensioni ha dovuto superare un ostacolo ulteriore, per evitare di essere disturbato dagli altri membri della famiglia.

Di fatto però, oggi quasi tutti i lavoratori in smart working sono riusciti a cogliere l’opportunità in questo cambiamento. Non si possono infatti trascurare gli aspetti positivi: trascorrere più tempo con la famiglia, evitare il traffico per recarsi in ufficio, gestire gli impegni in modo ottimale.

Lavorare in smart working significa anche risparmiare

In Toscana molte aziende hanno scelto di continuare a far lavorare i dipendenti in smart working perché erano evidenti i vantaggi per tutti. Il risparmio economico infatti non va sottovalutato e riguarda sia la realtà imprenditoriale in sé che il personale stesso. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità