Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi -1°6° 
Domani -3°12° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 16 febbraio 2019

Attualità lunedì 21 settembre 2015 ore 19:07

Pd: "Ripristinare subito le graduatorie Estar"

I consiglieri regionali della commissione sanità hanno chiesto di ritirare il decreto che ha cancellato la posizione di centinaia di precari storici



FIRENZE — Dopo il ricorso al Tar promosso da alcuni dei precari esclusi, ora si è mossa la politica.

I vertici del Pd in consiglio regionale e soprattutto i membri della commissione sanità hanno chiesto al presidente di Estar di fare un passo indietro sulla scelta presa a giungo di annullare per decreto 166 graduatorie nel sistema sanitario toscano.

Una cancellazione che ha determinato l'esclusione dalla possibilità di essere assunti  all'interno dell'ente che gestisce gli appalti e i concorsi pubblici della sanità toscana per centinaia di precari storici, entrati in graduatoria anni fa.

Da qui la richiesta de Pd. "Ripristinare con urgenza le graduatorie concorsuali - hanno scritto il presidente della commissione Stefano Scaramelli e il capogruppo pd Leonardo Marras -, modificando il decreto Estar, un atto che mette in discussione l'unico strumento che garantisce oggettività nella selezione delle professionalità e inchioda a uno stato di precarietà lavoratori che hanno alle spalle esperienze significative, negando loro il diritto di accedere a posizioni aperte".

Appello sottoscritto anche da Nicola Ciolini, Ilaria Giovannetti, Enrico Sostegni, Serena Spinelli.

"Non possiamo permettere - hanno scritto i consiglieri - che con discutibili cavilli burocratici si finisca per giocare sulla pelle dei lavoratori e dei cittadini toscani tutti: la stabilizzazione di professionisti competenti e preparati è infatti un elemento vitale per mantenere e innalzare la virtuosità del nostro sistema sanitario. È necessario quindi poter tenere in vita le graduatorie attuali oppure indire subito nuovi concorsi in cui si facciano valere diritti di prelazione per coloro che hanno già lavorato nel settore. Su questo assicuriamo il massimo impegno: la nostra è una sfida politica contro la precarietà e per la qualità del sistema sanitario".

Marras e Scaramelli hanno chiesto risposte certe entro la fine della settimana, altrimenti il presidente della commissione Sanità convocherà il numero uno di Estar per ricevere spiegazioni formali sulla sua decisione.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità