Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°13° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 24 aprile 2019

Cultura lunedì 25 agosto 2014 ore 10:10

Expo 2015, Sgarbi vuole la Venere del Botticelli

Il critico d'arte annuncia una trattativa con gli Uffizi per portare il capolavoro a Torino nei giorni dell'esposizione universale



FIRENZE — Dopo la polemica nata per il rifiuto del comune di Cremona di concedere in prestito "L'ortolano" di Arcimboldo in vista di Expo 2015, che si terrà a Milano tra l'1 maggio e il 31 ottobre, Vittorio Sgarbi, nominato dalla Regione lombardia ambasciatore della Cultura per l'esposizione universale, sposta la sua attenzione su Firenze e gli Uffizi. E sulla Venere del Botticelli in particolare.
La trattativa con il museo fiorentino è già in fase avanzata e porterebbe benefici anche per gli Uffizi stessi, come spiegato dallo stesso Sgarbi in un'intervista all'Ansa: "Certo Firenze non ha bisogno della visibilità di Expo come Reggio Calabria o Cremona - ha detto il vulcanico critico d'arte - ma credo che un sostegno economico potrebbe fare comodo anche agli Uffizi". La cifra sul piatto, secondo quanto rivelato dallo stesso Sgarbi si aggirerebbe attorno agli 800 mila euro, per trasferire la Venere da Firenze alla Reggia di Venaria Reale, vicino a Torino. 
Questo perché, secondo Sgarbi, per valorizzare le opere più significative disseminate in Italia sarà necessario trasferirle quanto più possibile vicino a Milano, permettendo così ai 20 milioni di visitatori previsti di ammirarle più facilmente. Un messaggio diretto in particolare al comune di Cremona e a quello di Reggio Calabria per le resistenze fatte all'idea di prestare il quadro di Arcimboldo così come i Bronzi di Riace. "Pensare che Expo sia un Bengodi da cui tutti trarranno vantaggio è da mentalità malata - ha precisato Sgarbi - Credere che uno venga dall'Australia per Expo e che poi sia disposto ad arrivare fino a Cremona o a Reggio Calabria per ammirare una singola opera è da pazzi". 

Il presidente della Reggia di Venaria, Fabrizio Del Noce, dal canto suo, si è definito pronto ad accogliere il capolavoro del Botticelli: "La Reggia di Venaria, con Torino, sara' uno dei principali centri dell'Expo del 2015 - ha spiegato Del Noce -, una prestigiosa vetrina di eventi ed iniziative culturali di rilevanza internazionale. Ringrazio l'amico Vittorio Sgarbi per l'idea di esporre da noi la Venere del Botticelli in tale occasione. Noi ci proponiamo come la 'Reggia della bellezza dell'arte italiana' e l'opera del Botticelli ne e' il simbolo".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità