Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°23° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 21 ottobre 2019

Attualità martedì 29 luglio 2014 ore 18:47

Firenze approva il bilancio "scacciacrisi"

Il consiglio comunale ha dato il via libera a maggioranza al bilancio di previsione per l'esercizio 2014: addio addizionale Irpef per i redditi bassi



FIRENZE — Dopo una due giorni di tour de force, il Consiglio comunale di Firenze ha approvato a maggioranza il bilancio previsionale del 2014. Ventitre voti favorevoli, i consiglieri del Pd presenti in aula e 10 i contrari: Forza Italia, M5S, Sel, FdI, la civica Cristina Scaletti.
Il nuovo bilancio prevede l'azzeramento dell'addizionale Irpef per i redditi inferiori ai 25 mila euro, oltre a 170 milioni di investimenti". 

Un bilancio "scacciacrisi" come lo ha definito in questi giorni il sindaco Dario Nardella, che ha focalizzato l'attenzione sull'opportunità rappresentata dai lavori delle linee 2 e 3 della tramvia, che secondo il sindaco porteranno oltre 4000 nuovi posti di lavoro.

Durissima la polemica del primo cittadino col capogruppo di Sel, Tommaso Grassi, che si e' rivolto alla Procura della Corte dei Conti per contestare la legittimità di alcuni passaggi del bilanci. 
Una decisione che ha mandato su tutte le furie il sindaco che ha parlato di "pochezza di alcune minoranze, di chi ha avuto scottanti, brucianti sconfitte elettorali e invece che recuperare consenso va a cercare delle scorciatoie"
Nardella nel corso del suo intervento a Palazzo Vecchio ha parlato anche di "gufi interni all'opposizione", riprendendo una terminologia cara al premier Matteo Renzi.
Entro dicembre, ha assicurato la vicesindaco Cristina Giachi nel corso della trasmissione Firenze Capitale, il Comune conta di approvare il bilancio di previsione del 2015.



Tag

«Report», l'indagine sulle capsule di caffè che non si smaltiscono e quelle (poche) di alluminio riciclate

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca