Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 17 novembre 2019

Attualità mercoledì 06 marzo 2019 ore 07:00

Poco personale per la salute mentale infanzia adolescenza

I consiglieri del M5S Galletti e Quartini con una mozione chiedono più attenzione ai servizi sanitari territoriali. Liste di attesa di quasi un anno



FIRENZE — Irene Galletti e Andrea Quartini, consiglieri del Movimento 5 Stelle, lanciano un allarme sulla carenza di personale nei servizi delle ASL toscane che si occupano di salute mentale infanzia ed adolescenza. Nei giorni scorsi hanno presentato una mozione al Presidente del Consiglio Regionale della Toscana per "garantire l'ottimizzazione delle risorse regionali per migliorare un settore, spesso trascurato, come quello della salute mentale dei minori e nell'adolescenza, al fine di assicurare al servizio esistente maggior personale specializzato che assicuri tempi più brevi nelle liste di attesa e, quindi, una maggior continuità nel percorso terapeutico, un'azione convergente sui piano sanitaria e sociale in grado di integrare efficacemente Ia rete educativa e sociale con Ia rete specialistica dedicata; a migliorare il sistema di reclutamento e gestione del personale operante nel servizio USL di Salute mentale "lnfanzia e Adolescenza" sui territorio toscano; a migliorare Ia comunicazione e il coordinamento tra i diversi soggetti coinvolti attraverso l'istituzione di periodici tavoli di interscambio e di confronto."

Nella premessa della mozione Galletti e Quartini evidenziano che nel 2016, l'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza (AGIA) ha dato vita ad un gruppo di lavoro all'interno della Consulta nazionale delle associazioni e delle organizzazioni sui tema della salute mentale dei minori e degli adolescenti, uno studio che si e concluso a marzo 2018;

Dallo studio, emerge che Ia salute mentale nel periodo infanzia e adolescenza è uno stato di benessere emotivo e psicologico che riveste un ruolo "chiave" durante I'età evolutiva ragione per cui saper cogliere tempestivamente eventuali disturbi psichiatrici e importante affinché il bambino e l'adolescente possa essere guarito o, comunque, possa essere trattato adeguatamente.

Lo studio dell' AGIA - si legge nella mozione - ha evidenziato alcune criticità, in particolare, sui sistema di risposta e presa in carico dei minori con disturbi psichici tra cui Ia mancanza di integrazione e comunicazione tra i soggetti che operano nello stesso ambito territoriale (per esempio tra Asl, scuole, comunità di accoglienza, autorità giudiziaria, ecc.), Ia carenza di servizi e strutture dedicati e Ia carenza di personate con esperienza specifica.

Carenza strutturale di personate specializzato - denunciano i consiglieri Cinque Stelle - che è ormai un dato strutturale nel servizio sanitario della salute mentale dei minori e degli adolescenti anche in Regione Toscana e lo confermano le sempre più frequenti segnalazioni degli operatori specializzati che operano nel servizio USL di Salute mentale "infanzia e Adolescenza". Una carenza di personale che impedisce di seguire i pazienti in maniera adeguata poiché spesso tra un appuntamento e l'altro passano oltre sei mesi o, addirittura un anno, rendendo meno efficace il percorso terapeutico intrapreso; Gli operatori del territorio lamentano inoltre una rilevante mancanza di strumentazione adeguata necessaria per effettuare le diagnosi dei piccoli pazienti.

Irene Galletti ed Andrea Quartini con la loro mozione chiedono pertanto alla Regione Toscana un maggior investimento ritenendo una priorità la tutela della Salute Mentale in età evolutiva che mette al centro il bambino nel suo contesto ambientale.

UNA TUTELA IN PIÙ PER I BAMBINI


Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca