Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi -3°10° 
Domani -6°8° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 10 dicembre 2018

Politica venerdì 24 novembre 2017 ore 22:20

“Basta con i mille giorni, ora proposte concrete”

Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi dando il via all’ottava edizione della Leopolda: “Vorrei che fosse nel segno della lotta alla verità”



FIRENZE — Il segretario del Pd Matteo Renzi è arrivato in treno alla stazione di Porta di Prato per dare il via all’ottava edizione della Leopolda, la manifestazione che nel 2010 segnó il suo debutto sulla ribalta politica nazionale e che poi ha accompagnato le tappe della sua carriera fino al culmine dei mille giorni trascorsi a Palazzo Chigi come presidente del Consiglio. 

“Quanto fatto nei mille giorni, piaccia o no, non ce lo toglie nessuno, l’Italia era in crisi e sta uscendo - ha detto Renzi dal palco rivolgendosi alla platea piena di gente - Ora basta peró con il ricordo dei mille giorni, facciamo proposte per il futuro”.

Nella grande stazione dismessa quest'anno le file di sedie davanti al palco sono meno numerose ma sono tutte occupate. Regista dell’edizione 2017 è la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, in prima fila questa sera ad ascoltare Renzi insieme al ministro Luca Lotti, al capogruppo pd alla Camera Ettore Rosato,  al tesoriere del partito Francesco Bonifazi, al coordinatore del Pd Lorenzo Guerini, al sottosegretario alle comunicazioni Antonello Giacomelli. Renzi ha chiesto e ottenuto un applauso per il premier Paolo Gentiloni, annunciando l’arrivo nei prossimi giorni anche di alcuni ministri come Dario Franceschini.

Logo e simbolo della tre giorni quest’anno è L8, da leggersi come coniugazione del verbo lottare “per qualcosa”. "Nello specifico - ha detto Renzi - per la verità".

“Noi lottiamo contro le fake news, lottiamo per la verità - ha spiegato il segretario del Pd - Stanno accadendo cose incredibili. Nei giorni scorsi pagine equivalenti a sette milioni di like sono state oscurate in ragione dell’inchiesta di un sito che ha dimostrato una cultura della propaganda non solo su di noi ma soprattutto su di noi. La Leopolda inizia oggi nel segno della lotta per la verità. Sui giornali o in tv trovo associata alla nostra esperienza un sentimento quasi di rassegnazione. E invece ricevo un sacco di mail di gente che vuole metterci energia, entusiasmo e determinazione. Vorrei che alla Leopolda raccontassimo per cosa lottiamo”.

La Leopolda 8 continuerà domani con altri interventi dal palco e i tavoli tematici. Nella tarda mattinata di domenica l’intervento conclusivo di Matteo Renzi.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Cronaca