comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:22 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 28 novembre 2020
corriere tv
Le ultime immagini di Maradona, passeggia e ricambia il saluto di una bambina

Elezioni 2020 sabato 11 luglio 2020 ore 06:00

Giani lancia la Toscana 'più forte e unita'

Simona Bonafè, Eugenio Giani e Dario Nardella
Simona Bonafè, Eugenio Giani e Dario Nardella

Dopo lo stop dovuto al lockdown per l'emergenza Covid Eugenio Giani riparte con la campagna elettorale per le elezioni regionali da Firenze



FIRENZE — Con la colonna sonora di Ennio Morricone, distanziati e con mascherine in molti sono arrivati per la ripresa della campagna elettorale di Eugenio Giani, candidato del centro sinistra alla presidenza della Regione Toscana e attuale presidente del Consiglio regionale.

La serata al Tuscany Hall di Firenze ha avuto come slogan "Toscana più forte e unita" lo stesso scelto da Giani per la sua campagna elettorale. Oltre cento persone in platea e presenti anche una cinquantina di sindaci, tra questi il sindaco di Prato Matteo Biffoni e quello di Firenze Dario Nardella.

E non a caso Giani ha proprio parlato della centralità dei sindaci nella politica regionale: "Sono convinto che la Regione non deve porsi gerarchicamente su un livello superiore, in modo centralistico come qualche volta è stato rappresentato, ma invece deve riuscire a interpretare quello che poi le comunità spesso concordano con i loro rappresentanti nei comuni. Quindi per me il parere dei sindaci sarà sempre fondamentale, anzi mi sento un sindaco fra i sindaci".

Molte le idee messe in campo dal candidato del centrosinistra, tra queste quella di un commissario regionale per la semplificazione amministrativa, perché ha detto Giani "Penso a una Toscana più semplice, in grado di realizzare ad esempio quelle opere pubbliche su cui vi è anche il decreto recente del governo. Io in questo senso il commissario lo vorrò anche per la semplificazione amministrativa, perché troppe volte il nostro sistema di leggi e regolamenti ha bloccato cose su cui vi erano già finanziamenti e sufficiente concordanza delle forze politiche".

Nel suo discorso ha anche parlato di politiche di genere e pari opportunità lanciando l'idea di una vicepresindente donna: "Il mio vicepresidente sarà donna perché sulle politiche di genere dovremo dare una forte scossa.  Dobbiamo far passare un'altra cultura. La Toscana sulla questione dei diritti dovrà avere un ruolo fondamentale".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità