Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°11° 
Domani 11°12° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 18 novembre 2019

Politica lunedì 25 luglio 2016 ore 15:14

I sindaci alternativi al Pd invadono la Regione

I capigruppo di FI, FdI e Lega hanno convocato in Consiglio regionale i primi cittadini 'non allineati' della Toscana del sud: "Modello da esportare"



FIRENZE — Gli amministratori locali 'non Pd' e i partiti di centrodestra in Consiglio regionale si compattano per creare un'alternativa di governo in Toscana. Il primo vertice si è tenuto nella sala del Gonfalone del Consiglio regionale, convocato dai capigruppo Stefano Mugnai di Forza Italia, Giovanni Donzelli di Fratelli d'Italia e Manuel Vescovi della Lega Nord

"Ormai oltre a Arezzo e Grosseto i primi cittadini non allineati al Pd sono per la prima volta talmente tanti da poter incidere sulle politiche d’area vasta su temi prioritari quali rifiuti, servizio idrico, sanità, trasporti, fusioni di Comuni" spiegano in una nota Mugnai, Donzelli e Vescovi.

"La parola d’ordine è distinguersi, portando avanti capacità e valori con la stella polare del bene comune su temi su cui spesso  è la Regione ad avere l’ultima parola a livello d’area vasta - sottolineano Mugnai, Donzelli e Vescovi - Per questo è stato deciso di fornire via via ai sindaci gli ordini del giorno delle commissioni consiliari e delle sedute d’aula, oltre a creare un gruppo di discussione tramite la piattaforma WhatsApp e a programmare incontri di scambio di bisogni e soluzioni periodici e continui".

La Toscana del Sud è diventata quindi un laboratorio per il buon governo alternativo alla sinistra creando un modello esportabile nel resto del territorio regionale.

"Ci siamo ritrovati uniti dalla volontà di mettere in piedi strategie per far vedere che un altro modo di amministrare, anche in Toscana, è possibile - proseguono Mgnai, Donzelli e Vescovi - Fare rete, creare scambio e condivisione nel segno di ciò che ci unisce. La sfida riparte da qui, e vogliamo che a vincerla siano prima di tutto i cittadini".

L'adesione all'invito è sta massiccia e hanno preso parte all’incontro:

- Arezzo: sindaco Alessandro Ghinelli insieme all’assessore al sociale Lucia Tanti

- Grosseto: sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna col vicesindaco Luca Agresti

- Anghiari (AR): sindaco Alessandro Polcri

- Bibbiena (AR): sindaco Daniele Bernardini

- Castiglion Fiorentino (AR): sindaco Mario Agnelli

- Monterchi (AR): sindaco Alfredo Romanelli

- Montevarchi (AR): assessore Angiolo Salvi

- Pieve Santo Stefano (AR): vicesindaco Claudio Marcelli

- Isola del Giglio (GR): sindaco Sergio Ortelli

- Magliano in Toscana (GR): sindaco Diego Cinelli

- Monte Argentario (GR): sindaco Arturo Cerulli

- Orbetello (GR): sindaco Andrea Casamenti

- Casole d’Elsa (SI): sindaco Piero Pii

- Piancastagnaio (SI): capogruppo di maggioranza Samuele Bechini

Assenti giustificati per altri impegni istituzionali gli amministratori di Subbiano in provincia di Arezzo, Roccalbegna in provincia di Grosseto e di Chianciano in provincia di Siena.



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità