Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 5° 
Domani -6°7° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 11 dicembre 2018

Attualità martedì 06 novembre 2018 ore 15:30

"Italia sicura, in Toscana saltano 91 progetti"

La segretaria regionale del Pd Bonafè: "Con la chiusura di Italia Sicura, in Toscana saltano lavori per 100 milioni di euro. Il governo ci ripensi"



FIRENZE — La segreteria del Pd Toscana ed europarlamentare Simona Bonafè sollecita il governo Conte a ritornare sulla decisione di chiudere il dipartimento Italia Sicura a suo tempo istituito dal governo di Matteo Renzi, ricordando che per la Toscana sono in ballo 91 progetti per la messa in sicurezza del territorio con un investimento complessivo di cento milioni di euro.

“Il maltempo di questi giorni da nord a sud ci riporta nuovamente sotto gli occhi la fragilità del nostro paese dal punto di vista idrogeologico - scrive Bonafè in una nota -  Dagli episodi più drammatici come quelli nella Sicilia che piange i suoi morti fino alle regioni che contano i danni. Dire che la strada giusta è la prevenzione superando la logica delle emergenze non è sciacallaggio, è senso di responsabilità. Ed è per questo che proprio oggi siamo ad appellarci al governo affinchè ripristini il progetto “Italia Sicura” contro il rischio idrogeologico e porti avanti i progetti previsti. La rivalsa di Lega e Movimento 5 Stelle contro tutto ciò che di positivo è stato fatto dal nostro governo precedente non può riversarsi sulla sicurezza dei cittadini. E la soluzione non deve essere condonare il pericolo”.  

“Anche la Toscana, seppur in maniera meno rilevante di altre regioni, sta facendo il conto con i danni del maltempo del 28 e 29 ottobre: le conseguenze sono gravi e con il presidente Rossi che ha chiesto lo stato di emergenza nazionale chiediamo una tempestiva risposta della Protezione civile - continua Bonafè - Ma contemporaneamente la Toscana, a causa della chiusura di “Italia Sicura” e il rifiuto da parte del governo del prestito della Banca europea, rischia di perdere 100 milioni di opere per un totale di 91 progetti di messa in sicurezza dal rischio idraulico. Che fine faranno questi progetti? Questo piano va rimesso in funzione al più presto”. 

Nella nota la segretaria del Pd ricorda che gli interventi più consistenti previsti da Italia sicura per la Toscana sono quelli sul torrente Marina a Campi Bisenzio e le casse di espansione lungo il fiume Sieve così come la messa in sicurezza di torrenti come il Carrione e il Frigido a Massa. Nell’elenco anche molti ripristini di frane e sistemazione dei litorali toscani: Isola d'Elba, spiaggia di Baratti, Marina di Pisa e Tirrenia, Punta Ala, San Vincenzo, Orbetello.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Lavoro