Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 26 aprile 2019

Politica lunedì 05 marzo 2018 ore 14:57

Elezioni, l'esultanza del centrodestra in Toscana

I rappresentanti di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia parlano di vittoria storica. Silenzio da parte del M5S. Mazzeo (Pd): "Sconfitta senza appello"



FIRENZE — I primi a commentare sono stati i coordinatori regionali di Forza Italia e Lega. Poi quelli di Fratelli d'Italia. Di sicuro, per il centrodestra toscano il 5 marzo è diventata una data memorabile.

"La Lega in Toscana intorno al 19 per cento: vorrei bloccare le urne con questo dato, è fantastico - ha dichiarato il segretario regionale della Lega Manuel Vescovi - In questo mese ho girato molto le piazze toscane e ho riscontrato un crescendo continuo fra la gente per il nostro partito. Adesso stiamo raccogliendo i risultati. Quando diciamo prima gli italiani noi intendiamo anche gli stranieri che vengono qua, che lavorano, che contribuiscono e danno valore aggiunto. La sinistra ha pagato il voler portare una invasione, pensare la mattina agli immigrati che arrivano non regolari qui e poi agli italiani. Io sentivo gli applausi ai comizi quando dicevamo prima gli italiani. Ti vota il popolo italiano, a chi devi pensare?".

Per il coordinatore toscano di Forza Italia, "il sistema di potere della sinistra in Toscana è finito, e noi siamo orgogliosi di essere quella classe dirigente di centrodestra che ha saputo dare senso compiuto alla democrazia, che vede nell’alternanza la propria maturità". Seppure con i risultati elettorali ancora parziali, Mugnai è soddisfatto del risultato elettorale. Anche lui candidato capolista per il suo partito in due collegi plurinominali di cui si attende l’esito definitivo – il collegio 3 di Firenze, Sesto Fiorentino ed Empoli e il collegio 4 comprendente Arezzo, Siena e Grosseto – Mugnai ricorda i buoni risultati realizzati da quando, nel 2015, ha assunto la guida di Forza Italia in Toscana.

"Dal 2015 ad oggi abbiamo vinto tutto quanto era possibile ed inimmaginabile vincere - scrive Mugnai in una nota - Oggi amministriamo Arezzo, Grosseto e Pistoia, Lucca no ma per una manciata di voti, e poi una miriade di comuni non capoluogo di provincia. A chi diceva che quel risultato fosse circoscritto alle amministrative oggi possiamo dimostrare che no: oggi quel risultato è suggellato dalla vittoria alle politiche. Sottolineo come punto degno di riflessione che in Toscana l’alternativa vincente al centrosinistra è rappresentata dal centrodestra unito e non dal Movimento 5 Stelle".

"A scrutinio ancora aperto e dunque senza contare quelli che saranno i parlamentari eletti con il plurinominale - scrive ancora Mugnai - solo nei collegi uninominali il centrodestra ha vinto, stando ai dati giunti finora, in 11 collegi su 21. Di questi, 6 parlamentari sono di Forza Italia. Il risultato azzurro è importante, ed equivale già così al numero di parlamentari eletti nel 2013 come Pdl, ma a questi dovranno essere aggiunti anche i parlamentari di Forza Italia eletti nei collegi plurinominali. La Lega conferma certo il risultato importantissimo ottenuto alle elezioni regionali del 2015 ma da quella tornata elettorale ad oggi l’incremento maggiore in termini numerici lo ha avuto Forza Italia. Il mio ringraziamento va a tutti i candidati: agli eletti, ma soprattutto a chi non ce l’ha fatta".

Grandissima soddisfazione anche per i rappresentanti di Fratelli d'Italia.

"Il centrodestra ha vinto le elezioni e per la prima volta lo ha fatto anche in Toscana, spuntandola in 11 collegi uninominali su 21 fra Camera e Senato - ha dichiarato il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Francesco Torselli - Fratelli d'Italia elegge due parlamentari nei collegi uninominali del Senato Prato-Pistoia con Patrizio La Pietra e della Camera a Lucca con Riccardo Zucconi. In attesa dei numeri ufficiali del Viminale, secondo i nostri calcoli, Fratelli d'Italia elegge nel proporzionale anche Giovanni Donzelli alla Camera e Achille Totaro al Senato, quadruplicando la sua truppa di parlamentari rispetto alla precedente legislatura. Siamo soddisfatti del lavoro che abbiamo fatto e del radicamento mostrato sul territorio il voto è un avviso di sfratto al governatore della Toscana Enrico Rossi, che ha fallito insieme ad una maggioranza di centrosinistra solo virtuale, che non rappresenta più i cittadini toscani. Il Partito democratico e i transfughi della sinistra ne prendano atto e restituiscano immediatamente la parola agli elettori - conclude Torselli - noi abbiamo già lanciato la sfida e siamo pronti a portare l'esperienza di città come Pistoia, Grosseto e Arezzo al governo della Regione".

Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, al momento nessun commento: i pentastellati sono diventati il secondo partito della Toscana ma non hanno eletto neppure un candidato all'uninominale.

Sgomento in casa Pd, in attesa che il segretario Matteo Renzi intervenga in una conferenza stampa inizialmente convocata per le 17 e poi rinviata a orario da definire.

"E' una sconfitta netta e senza appello. È inutile girarci intorno: fa male e anche tanto - ha comunque scritto su Fb Antonio Mazzeo, il vicesegretario del Pd in Toscana - Il popolo vota e decide, si chiama Democrazia ed e' il nostro bene piu' prezioso. Complimenti a chi ha vinto e un augurio di buon lavoro ai nostri candidati che sono stati eletti. Un grazie a quelli che non ce l'hanno fatta ma in queste settimane hanno messo tutta la loro passione e il loro impegno". Ieri "ho scritto che mai come questa volta serve stare tutti insieme dalla parte giusta della storia. Quella della speranza e non della paura. Quella del centrosinistra e non della destra estremista. Ecco. A queste parole io credo oggi ancora piu' di ieri".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca