Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°25° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 25 agosto 2019

Attualità giovedì 07 settembre 2017 ore 13:30

La Toscana sempre più a misura di atleti disabili

Servizio di Dario Pagli

Ultima fase del progetto 'Un battito d'ali per lo sport' finanziato dalla Regione. Ventimila euro per il trasporto degli atleti negli impianti



FIRENZE — Lo sport in Toscana abbatte tutte le barriere e si apre sempre più agli atleti con disabilità. A buttare giù gli ostacoli è il progetto 'Un battito d'ali per lo sport' del Comitato italiano paralimpico finanziato dalla Regione Toscana con 80mila euro. Di questi, 30mila euro sono stati destinati al lancio del bando regionale di avviamento allo sport paralimpico, 25mila euro alla creazione di centrisportivi accessibili con il rilancio del progetto Sporthabile e ora altri 20mila per coprire i costi dei trasferimenti dedicati per gli atleti. L'ultima fase del progetto è stata presentata dall'assessora regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi, dal presidente del Comitato Italiano paralimpico della Toscana Massimo Porciani e dal vicepresidente del Coni Toscana Giancarlo Gosti

"L'attenzione alle persone diversamente abili e alle loro esigenze è un tratto distintivo delle politiche sociali della Regione Toscana - ha detto l'assessore Stefania Saccardi - Fa parte di questa attenzione mettere in atto tutte le azioni possibili perché i disabili possano avvicinarsi e praticare lo sport, che è inclusione, socialità, salute. In Toscana abbiamo oltre 60 centri di avviamento allo sport paralimpico, i centri Sporthabile, e i risultati si vedono, considerati i successi dei nostri atleti paralimpici. Ma al di là dei risultati agonistici, che peraltro fanno sempre piacere, vogliamo che chiunque lo desideri possa praticare lo sport per il quale si sente più portato, senza ostacoli e problemi, con il duplice obiettivo del miglioramento della salute e dell'integrazione sociale".

Per Massimo Porciani, presidente del Cip Toscana Massimo Porciani con il progetto 'Un battito d'ali per lo sport' "anche la Toscana si allinea alle più importanti regioni d'Italia nel sostenere l'attività paralimpica, prima come esempio di civilt&agra ve;, ma poi e soprattutto come espressione di integrazione, inclusione, vitalità e resilienza. I paralimpici come esempio per tutti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità