Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°16° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 24 ottobre 2019

Attualità domenica 31 luglio 2016 ore 08:50

Mps, quel groviglio di responsabilità

Due distinte relazioni concludono l’attività della commissione d'inchiesta del Consiglio regionale, presieduta da Giacomo Giannarelli (M5S)



FIRENZE — La storia del Monte, da banca comunale a istituto di diritto pubblico, la nascita della Fondazione, l’acquisizione di Antonveneta ed il problema dei crediti deteriorati, la banca e la fondazione oggi. Sono questi i capitoli intorno ai quali si articolano le due relazioni, che approfondiscono poi il contesto senese, con il suo “groviglio armonioso”, le responsabilità del management e degli organismi di controllo, il ruolo di una banca di sistema nel nuovo scenario internazionale, per poi giugere a valutazioni conclusive e proporre indirizzi di intervento. Le due relazioni saranno presentate ufficialmente in conferenza stampa all’inizio del mese di settembre. 

“La commissione ha accertato responsabilità della politica e dei vertici del management – ha commentato il presidente Giannarelli - Questa gestione ha comportato una distruzione delle risorse e del patrimonio della fondazione e della banca più antica del mondo. Non solo. Ha causato danni economici ai risparmiatori e minato la fiducia e la stabilità dell’erogazione del credito alle imprese. Gravi responsabilità pesano anche sugli organismi di controllo’’.

Una relazione è stata sottoscritta dallo stesso Giannarelli, da Claudio Borghi (Lega Nord) e Tommaso Fattori (Si-Toscana a sinistra). L’altra è stata sottoscritta da Leonardo Marras (Pd). Tutti i commissari si sono astenuti sulla relazione che non hanno sottoscritto. Per effetto del voto ponderato il risultato è stato che la relazione di Marras è stata la più votata.

Nelle commissioni d’inchiesta i componenti sono infatti dotati di un voto proporzionale alla consistenza numerica del gruppo di appartenenza. I lavori sono iniziati il 9 settembre 2015, con lo scopo di analizzare l’attività della Fondazione, della Banca ed i loro rapporti con la Regione Toscana.



Tag

Manovra, Fioramonti: "Sono preoccupato, risorse per la scuola sembrano poche"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità