Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°20° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 16 settembre 2019

Attualità lunedì 18 dicembre 2017 ore 14:04

Addio a Ceseri, sopravvissuto al terrore nazista

Foto da Youtube

Si è spento a 93 anni Antonio Ceseri che insieme ad altri quattro internati scampò all'eccidio nel lager di Treuenbrietzen nel 1945



FIRENZE — Un altro pezzo di memoria che se ne è andato. Antonio Ceseri è morto nella sua Firenze. Fu deportato in Germania dopo l'8 settembre 1943 e dopo il rifiuto di aderire alla Repubblica di Salò. Il 23 aprile 1945 insieme ad altri tre internati riuscì a sopravvivere all'eccidio nazista di Treuenbrietzen

A dare notizia della sua scomparsa è stata la Regione Toscana. Il presidente Enrico Rossi ha espresso così il proprio cordoglio: "Con la scomparsa di Ceseri viene a mancare un grande uomo, che con la sua vita ha testimoniato il coraggio di schierarsi dalla parte dei valori dell'antifascismo anche quando la via più semplice e sicura era un'altra. Una lezione quanto mai importante ed attuale davanti ai rigurgiti fascisti che vediamo oggi sollevarsi". 

"A Ceseri, militare fiorentino fatto prigioniero dai tedeschi dopo l'Armistizio - ha detto ancora Rossi - fu data la possibilità di scegliere tra l'adesione alla Repubblica di Salò e la deportazione nel campo di Treuenbrietzen. Lui e molti altri soldati italiani scelsero di dire no, furono internati e nel campo subirono feroci privazioni e violenze. Quando i militari tedeschi, certi della sconfitta, sgombrarono il campo di Treuenbrietzen e fecero strage dei prigionieri soltanto in quattro si salvarono, nascosti sotto i corpi trucidati dei compagni. Uno di questi era Ceseri".



Tag

L'entrata trionfale di Piero Angela al convegno con i guardiani di Star Wars: sorpresa e applausi dai presenti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca