Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 7° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 11 dicembre 2019

Cronaca lunedì 14 luglio 2014 ore 16:51

I ministri europei contro guerra e schiavitù

Medio Oriente, immigrazione, sviluppo al centro della riunione organizzata a Firenze nell'ambito del semestre di presidenza italiana del consiglio UE



FIRENZE — Nel corsodella conferenza stampa di apertura il viceministro degli esteri Lapo Pistelli ha presentato le priorità del governo italiano e i temi dell'incontro fra i ministri: Agenda post-2015, nesso tra migrazione e sviluppo, contributo di Expo Milano all’Anno europeo dello sviluppo 2015, ruolo del settore privato.

“Firenze è nuovamente protagonista in Europa – ha commentato il sindaco di Firenze Dario Nardella - Il vertice informale dei Ministri è uno degli appuntamenti più rilevanti della presidenza italiana del semestre Europeo. Sarà il momento giusto per dire qual è l'Europa che vogliamo, non Europa di burocrati e finanzieri, ma Europa di popoli. Non Europa rinchiusa nelle mura, ma Europa che si apre al mondo. Lavoreremo – ha concluso Nardella - perché al centro dell'agenda europea si affermi la cooperazione allo sviluppo come antidoto al dramma delle migrazioni”.

Pistelli ha annunciato anche che domani i ministri dell'Unione Europea per la cooperazione e lo sviluppo firmeranno un 'trust fund' (fondo di garanzia) per far fronte alla situazione di emergenza nella repubblica Centroafricana. 

''E' un'emeregnza di livello 3, la massima prevista - ha spiegato Pistelli - Nonostante gli interventi già messi in atto, in questo paese ci sono piu' di 700mila sfollati di cui 60mila solo nella capitale. In attesa della missione di pace delle Nazioni Unite, l'emergenza va affrontata giorno per giorno e il trust fund è uno degli strumenti che l'Europa mette a disposizione''.

Pistelli ha tracciato anche un quadro del flusso migratorio verso l'Italia dalle coste africane, sottolineando che i profughi che sbarcano sulle nostre coste sono una minima parte di quelli che decidono di affrontare il viaggio verso l'Europa, costellato di orrore e schiavitù.

Guarda qui sotto la dichiarazione in video del viceministro Lapo Pistelli sul dramma dei profughi dall'Africa

Lapo Pistelli, viceministro degli esteri - dichiarazione sul dramma profughi


Tag

Mes, Conte: «L'Italia non ha nulla da temere, il nostro debito è sostenibile»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca