Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 27 febbraio 2020

Attualità lunedì 25 marzo 2019 ore 12:17

Distrutte tre tonnellate di botti sotto sequestro

L'operazione è stata effettuata nell'ex miniera di Santa Barbara. Nei guai cinque cinesi che li avevano stipati vicino a materiale infiammabile



FIRENZE — Gli artificieri del 15mo centro di rifornimento dell'Esercito italiano ha provveduto a distruggere presso l’ex area mineraria di Santa Barbara, a Cavriglia, oggi di proprietà di Enel, tre tonnellate di fuochi d'artificio sequestrate nel corso degli ultimi festeggiamenti di Capodanno. L'operazione è stata effettuata in collaborazione dei Vigili del Fuoco di Firenze e di Arezzo.

I botti in questione, seppur di libera vendita, erano stati sequestrati dai finanzieri dell'antiterrorismo del gruppo di Firenze a cinque imprenditori, tutti di etnia cinese, che gestivano attività commerciali all’ingrosso ubicate tra la zona dell'Osmanoro, alla periferia di Firenze, e a Calenzano. Gli imprenditori avevano stipato il materiale pirotecnico all’interno di locali commerciali aperti al pubblico e pericolosamente vicini a materiale facilmente infiammabile come accendini, fogli di carta, cancelleria, materiale plastico, nonchè a prese di corrente con spine elettriche inserite.

L’entità delle esplosioni controllate, avvenute in buche nel terreno ricoperte di terra, ha confermato il grande potenziale distruttivo dei fuochi pirotecnici.



Tag

Coronavirus, Conte: «La telefonata con Salvini? Mi ha detto che aveva cambiato numero»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità