comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°20° 
Domani 14°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 26 maggio 2020
corriere tv
Le Frecce sorvolano piazza Duomo a Milano, l'abbraccio tricolore sopra la città

Politica venerdì 28 agosto 2015 ore 17:00

Lega Nord "Ungulati, problema trascurato a lungo"

Il gruppo Lega Nord in consiglio regionale chiede di riequilibrare la fauna sul territorio per evitare anche danni ad allevatori ed agricoltori



FIRENZE — L'assessore all’agricoltura della Regione Toscana ha annunciato che nel mese di settembre arriverà in Consiglio Regionale una proposta di legge con lo scopo di “dimezzare la popolazione degli ungulati, almeno un milione tra cinghiali, daini, cervi, caprioli presenti in Toscana che stanno creando enormi difficoltà e danni sia in agricoltura che sul fronte dell’incolumità dei cittadini, nelle campagne come nei centri abitati.

Il gruppo della Lega Nord in Consiglio Regionale ricorda come da tempo abbia chiesto di affrontare, con forza questa vera e propria emergenza che, peraltro, si trascina da anni.

“La situazione degli ungulati ma anche dei lupi è oramai da tempo fuori controllo - denunciano i consiglieri regionali della Lega Nord - lo squilibrio tra le varie specie animali sta comportando, tra l’altro, ingentissimi danni agli allevatori ed agli agricoltori che hanno il diritto di trarre benefici dalle proprie attività”.

Per i consiglieri leghisti “il problema è stato finora colpevolmente trascurat"o e la nuova legge regionale arriverà troppo tardi. 

"Per ricreare l’equilibrio tra la fauna presente sul territorio e le esigenze di allevatori ed agricoltori (ma anche dei singoli cittadini) - concludono i consiglieri - abbiamo proposto che venga aumentata la pressione venatoria e che vengano tolti tutti quei vincoli che impediscono tale riequilibrio”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS