Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 22 ottobre 2019

Attualità sabato 25 agosto 2018 ore 15:20

​La Toscana si stringe nel ricordo di Lindsay Kemp

Lindsay Kemp

Tanti i messaggi di cordoglio per la scomparsa del grande coreografo che da anni viveva a Livorno scomparso nella notte a 80 anni



LIVORNO — La Toscana esprime il proprio sconforto per la morte del coreografo, ballerino e attore britannico Lindsay Kemp che la notte scorsa è morto nella sua casa a Livorno (vedi articolo correlato). Reso celebre dallo spettacolo 'Flowers' del 1968, Kemp stava attualmente lavorando a un progetto di teatro sociale al teatro Goldoni di Livorno.

Tanti i messaggi che subito si sono avvicendati dopo la notizia della sua scomparsa.

Il coreografo Virgilio Sieni lo ha salutato così: "Vorrei avere un briciolo della sua leggerezza trascinante e visionaria. Era un maestro di vita. E un forte pensiero va anche agli amici livornesi che lo hanno saggiamente accompagnato in questi ultimi anni".

La vicepresidente della Regione Toscana e assessore regionale alla cultura Monica Barni lo ha definito "un'artista globale, che dagli anni Sessanta fino ai nostri giorni ha attraversato tutti i generi dello spettacolo, influenzando e ispirando generazioni di artisti, perseverando nelle sue scelte coraggiose e innovatrici. Della sua arte ricorderemo per sempre la favola, la leggerezza e lo stile". Kemp, ha aggiunto Barni "aveva scelto di vivere nella nostra regione, a Livorno, città della quale si era innamorato, come lui stesso aveva dichiarato in un'intervista, dopo uno spettacolo al Teatro Goldoni, dove aveva messo a disposizione la sua arte insegnando danza".

Il sindaco di Livorno Filippo Nogarin si è così espresso: "Lindsay Kemp ha contribuito a diffondere la cultura della danza, della pittura e dell'arte a tutto tondo nel cuore e nella mente dei livornesi. Per questo la sua scomparsa rappresenta una perdita incalcolabile per la nostra città". Sempre a Livorno, il consigliere regionale Pd Francesco Gazzetti ha proposto di intitolargli "proprio uno degli spazi del Teatro ''Goldoni'', dove l'artista teneva il suo corso di danza".

Cordoglio per la scomparsa di Kemp è stato espresso anche dal sindaco di Firenze Dario Nardella. Proprio nel capoluogo toscano il coreografo era stato ospite della scorsa Estate Fiorentina. "La sua - ha detto Nardella - era pura poesia in movimento che sapeva stupire per la sua unicità e originalità. Ha collaboratocon le più grandi star mondiali ma non ha mai rinunciato al lavoro e alla formazione con le giovani generazioni".

Un ricordo di Kemp è stato espresso anche dalla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini: "Voglio salutare Lindsay Kemp che per molti anni ha vissuto a Todi durante il mio mandato di sindaco", ha scritto sul proprio profilo Facebook Marini. "Venne da me per avere l''autorizzazione a fare le prove di danza nel Parco della Rocca. Saliva da via Cesia verso la piazza con le sue enormi ali con le quali realizzava la sua danza leggera e scenografica. Una volta l''ho incrociato ed osservavo gli sguardi perplessi di alcuni cittadini pensando che un altro originale si era aggiunto alla piazza. No era solo il grande Lindsay".



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca