Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 21 febbraio 2020

Cronaca giovedì 14 settembre 2017 ore 14:51

Nubifragio, si dimette il portavoce di Nogarin

Un errore nella comunicazione istituzionale ha portato alle dimissioni di Tommaso Tafi. Ma il sindaco le ha respinte



LIVORNO — Tommaso Tafi, portavoce del sindaco di Livorno Filippo Nogarin, si è dimesso. E poche ore dopo il primo cittadino ha respinto le dimissioni.

La decisione di Tafi è da ricondurre alla pubblicazione di un comunicato, che ripercorreva le tappe del lavoro svolto dalla protezione civile livornese, arrivato nelle redazioni in maniera incompleta nella serata di ieri.

"A causa di un errore tecnico - ha spiegato Tafi - la comunicazione è risultata incompleta e non ha incluso tutto il prezioso lavoro svolto dalla protezione civile dalla mezzanotte di domenica in poi. Di conseguenza non ha trovato spazio sui quotidiani di oggi, causando un grave danno di immagine per il Comune".

Stamattina presto è stato inviato un nuovo report, che includeva gli interventi della protezione civile sia di sabato che di domenica ( vedi articolo collegato ), rilanciati anche sul profilo facebook del sindaco Nogarin, ma ormai l'errore, del quale Tafi si è assunto "Tutte le responsabilità", era stato fatto.

"Non posso accettare che il puntuale e coraggioso lavoro svolto dai referenti della protezione civile sia messo in discussione a causa di una mia negligenza, per non avere controllato a dovere il contenuto del comunicato. Mi scuso con tutte le persone che possono avere avuto un danno da questa vicenda e con tutta la città: la protezione civile si è messa in moto per tempo e l'emergenza è stata affrontata con professionalità, tempismo e coraggio".



Tag

Coronavirus, a Codogno deserto il mercato rionale

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità