Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 22°34° 
Domani 23°34° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 23 luglio 2019

Cronaca martedì 25 aprile 2017 ore 14:02

Appello della famiglia per la bici di Perrone

Sarebbe stata rubata la bici dell'infermiere livornese il cui corpo è stato trovato in un dirupo, ai margini di una strada a Gabbro



LIVORNO — Un particolare assurdo in una vicenda dolorosa. La bici da corsa in sella alla quale era Stefano Perrone, l'infermiere livornese originario di Potenza il cui corpo è stato ritrovato domenica sul greto di un torrente tra Gabbro e Castelnuovo della Misericordia, è sparita.

Secondo quanto affermato dai familiari, che proprio per questo hanno voluto fare un appello tramite la stampa diffondendo una foto del modello in questione, la bici sarebbe stata rubata nello stesso punto esatto nel quale è stato ritrovato il cadavere.

Se da un lato la dinamica dell'incidente è stata infatti chiarita, con Perrone che avrebbe appoggiato la bicicletta sul ciglio della strada per espletare un bisogno fisiologico e sarebbe poi scivolato nel dirupo morendo per una tragica fatalità a causa della caduta, dall'altro resta il giallo della bici sparita.

Il mezzo, una Cannondale di colore nero, non è stata trovata dai soccorritori e dalle persone accorse sul luogo del ritrovamento domenica, ma proprio il suo avvistamento, la sera precedente, lungo la strada, da parte di una persona in transito nella zona, che nelle ore successive ha letto delle ricerche in atto dell'uomo e ha ricostruito i fatti, ha portato le forze dell'ordine proprio sul posto dove Perrone era deceduto.

In quelle poche ore la bici è sparita. I familiari sono convinti che sia stata rubata da una persona di passaggio che l'ha vista e l'ha portata via. Aggiungendo dolore al dolore. Chi ha compiuto quel gesto non si sarebbe accorto che a pochi metri di distanza, in basso, giaceva il corpo senza vita dell'infermiere di 31 anni? E ancora, dicono i familiari, gli amici e i colleghi, il mezzo sarebbe importantissimo per ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti. 

"La bici e stata rubata e per arrivare alla conclusione delle indagini e fondamentale trovare ed esaminare la bici", ha spiegato un collega dell'uomo, parlando anche a nome della famiglia, nella speranza che qualcuno si faccia vivo pentendosi del suo gesto.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca