Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 4° 
Domani -6°5° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 15 dicembre 2018

Attualità sabato 26 dicembre 2015 ore 13:22

La Porta Santa si apre in carcere

Il sottosegretario alla Giustizia Ferri al carcere di Massa per l'apertura della Porta Santa. "Costruire condizioni favorevoli per i detenuti"



MASSA — "L'apertura della Porta Santa anche nelle strutture di detenzione, ed oggi presso l'istituto penitenziario di Massa, rappresenta un'importante occasione di riflessione e di presa di coscienza di ciò che si è fatto".  

Lo ha dichiarato il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri a margine della cerimonia di apertura della Porta Santa da parte del Vescovo Mons. Giovanni Santucci all'interno della Casa di Reclusione di Massa. 

"Il messaggio di Papa Francesco è un punto di partenza straordinariamente importante perché stimola tutti noi a costruire le condizioni più favorevoli e stimolanti per i detenuti, affinché questi maturino in loro stessi un sincero pentimento per le loro condotte illecite e siano ancora più spronati a procedere sul solco di un percorso rieducativo e di risocializzazione. Il Governo e il Ministero hanno avviato una rivoluzione culturale e sociale basata sulla maggiore umanizzazione della detenzione, finalizzata non solo ad eliminare il problema del sovraffollamento ma anche a costruire un concetto diverso di pena in linea con la giurisprudenza della Corte Europea dei diritti dell'uomo. La situazione è migliorata sensibilmente e i dati dimostrano una tendenza verso la normalizzazione per i prossimi mesi, anche grazie agli ultimi interventi normativi in tema di misure cautelari, di ammissione alle pene alternative, di messa alla prova". 

"Con gli Stati generali delle Carceri il Ministero della Giustizia vuole intensificare il percorso rieducativo e creare un ponte tra realtà carceraria e società civile", conclude Ferri.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca