Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°21° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 20 agosto 2019

Politica giovedì 15 febbraio 2018 ore 16:10

Matteo Renzi e il Pd a Sant'Anna di Stazzema

Il segretario dei dem si è iscritto all'anagrafe antifascista insiema a ministri e parlamentari. Poi riporta la bandiera del Pd a Massarosa



STAZZEMA — Il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi, insieme a molti altri esponenti dem come il presidente Matteo Orfini e i ministri Valeria Fedeli, Andrea Orlando, Maurizio Martina e Graziano Del Rio, è salito fino al sacrario di Sant'Anna di Stazzema, luogo simbolo delle stragi nazifasciste, per iscriversi all'anagrafe antifascista istituita dall'amministrazione comunale.

Dopo la mancata partecipazione dei dem alla manifestazione antifascista di Macerata, Renzi cerca quindi di smorzare le polemiche rendendo omaggio al luogo dove, nell'agosto del 1944, nazisti e fascisti trucidarono più di 500 persone.

"Oggi vorremmo dare un messaggio forte, senza polemica, per dire che troviamo necessario aderire a un elenco di quelli che dicono che il nazifascismo è stato il male assoluto e che, se c'è un luogo simbolo, quello è Sant'Anna di Stazzema, e purtroppo non è il solo - ha detto Matteo Renzi - Vogliamo dire che il nostro Paese che è stato corresponsabile della tragica pagina nazifascista e che non c'è nessun revisionismo storico che possa cancellarla. Chi non è antifascista è indegno della comunità italiana".

"Tuttavia chi oggi paragona la stagione che stiamo vivendo con la stagione fascista commette un errore straordinariamente importante perchè nega la realtà - ha detto ancora Renzi - Noi non siamo nella fase che dette il via alla stagione fascista. Ma qusto non vuol dire che non dobbiamo avere il dovere della memoria. Un dovere che è elemento fondativo del Paese. Il fascismo appartiene al passato e quelle idee sono da combattere ancora oggi. E se qualcuno spara nelle strade del nostro Paese e spara avendo sul comodino Mein Kampf, non dobbiamo sottovalutare la grave emergenza educativa che sta alla base del disastro che abbiamo visto. E chi picchia un carabiniere non è un antifascista, è un criminale".

Dopo la visita a Sant'Anna di Stazzema, Matteo Renzi si  è recato a Massarosa per riportare la bandera del Pd nella sede locale del partito. Alcuni giorni fa il vessillo dei dem era stato sostituito da una bandiera di Potere al popolo durante un'occupazione simbolica messa dagli esponenti di quella forza politica in atto la stessa sera in cui i rappresentanti di Casa Pound hanno presentato i loro candidati alle politiche.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca