comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°29° 
Domani 18°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 15 luglio 2020
corriere tv
Coronavirus, Salvini: «Italiani non possono essere tenuti sotto sequestro per altri mesi»

Cronaca martedì 28 luglio 2015 ore 12:23

Caldo, operaio edile si accascia a terra e muore

E' accaduto in un cantiere di Calenzano il 23 luglio. Allarme della Fillea-Cgil: "Dalle prime ricostruzioni potrebbe essere stato un colpo di calore"



FIRENZE — E' lo stesso sindacato a ricostruire la vicenda in una nota. 

"Nel pomeriggio del 23 luglio il lavoratore edile Tonin Radovani, 49 anni, si è accasciato a terra e purtroppo successivamente è deceduto in ospedale - spiega Marco Benati, segretario generale della Fillea-Cgil Firenze - La prima ricostruzione di quanto accaduto lascerebbe supporre un probabile il colpo di calore". 

"Fermo restando che attendiamo i risultati dell'autopsia - prosegue Benati -  dobbiamo fin da subito sottolineare che in questi giorni, a causa della calura estrema, sono molti lavoratori edili ci hanno manifestato difficoltà pesanti fino a sentirsi male".

“Purtroppo il rischio di colpo di calore è ancora troppo sottovalutato - prosegue il sindacalista - Raramente è gestito come alto rischio nei piani di sicurezza e altrettanto raramente i lavoratori ricevono la necessaria informazione e formazione a riguardo. I lavoratori edili non sono tutelati come necessario e come dovuto per legge".

Secondo il segretario della Fillea, nelle ultime settimane, in alcuni cantieri, "pur con temperature di 40 gradi si è fatto lavorare 10 ore al giorno". Le imprese dovrebbero invece, obbligatoriamente, programmare pause adeguate di riposo, fermo restando che hanno la possibilità di ridurre gli orari di lavoro per eccessivo caldo e ricorrere alla cassa Integrazione quando la temperatura supera i 34 gradi”.

"Nei prossimi giorni è previsto un ritorno di alte temperature - dice ancora Benati - Pertanto chiediamo alle imprese e ai coordinatori per la sicurezza di mettere in atto le misure previste dalla legge a tutela degli operai, e agli organi ispettivi di svolgere adeguati controlli a riguardo". 

"Allo stesso tempo confidiamo che a breve sia fatta la massima chiarezza sulla dinamica di quanto subito dal compianto lavoratore Tonin - conclude il segretario - che abbiamo conosciuto e sempre apprezzato per la sua serietà, a piena tutela dei suoi tre figli e della moglie a cui esprimiamo tutta la nostra vicinanza e volontà di assistenza”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità