Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°11° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 16 dicembre 2019

Attualità martedì 19 novembre 2019 ore 13:30

Il volo del drone sullo Scolmatore d'Arno

L'apparecchio è volato sopra il congegno idraulico domenica, quando la tensione era alta per un possibile rischio esondazione



PONTEDERA — Il drone del Consorzio Lamma vola sullo Scolmatore d'Arno. Sono le 13 di lunedì 18 novembre, dodici ore dopo la grande paura, dopo la lunga notte dell'Arno, quella che ha tenuto Pisa col fiato sospeso per il rischio di una nuova alluvione: evento che è stato scongiurato grazie al buon funzionamento e alla tenuta di tutto il "sistema Arno", compreso anche il bacino di Roffia a San Miniato. Fondamentale in questo è stato il ruolo giocato dallo Scolmatore che, appunto insieme alla cassa di espansione della Roffia, ha salvato la città dall'esondazione.

Alle 15 di domenica 17 novembre: quando l'onda di piena arriva a Pontedera, si abbattono le caditoie dell'opera di presa del canale Scolmatore, che è stato oggetto quest'anno della realizzazione della nuova foce armata a mare. Si riesce a assorbire dal fiume una portata di circa 550 m3/sec così da limitare le portate idriche in arrivo a Pisa entro il limite dei 2.000 m3/sec, in grado di transitare in sicurezza nel tratto cittadino.

Arno, il drone in volo sullo scolmatore


Tag

'Ndrangheta in Valle d'Aosta, Fosson si dimette da presidente: «Totalmente estraneo ai fatti»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca