Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°24° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 21 settembre 2019

Attualità sabato 24 giugno 2017 ore 11:06

​Agente aggredito da un detenuto con la lametta

Denuncia del sindacato di polizia penitenziaria Osapp dopo la nuova aggressione commessa nel carcere pratese. "Il sistema carcerario è un inferno"



PRATO — La notizia dell'ennesima aggressione è stata data dal vicesegretario generale dell'Osapp, l'organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria, Giuseppe Proietti Consalvi che in una nota scrive: "Il carcere di Prato torna  purtroppo alla ribalta per l'aggressione ai danni di un agente di polizia penitenziaria nel primo pomeriggio di oggi".

Nella nota si legge anche che l'aggressore è "un detenuto maghrebino, noto in passato per simili episodi e verso il quale non sarebbe stata adottata alcuna misura prevista dall'ordinamento penitenziario, che si è scagliato contro l'agente in servizio colpendolo con una lametta, causando il ricorso alle cure sanitarie presso il pronto soccorso".

Il problema per il vicesegretario dell'Osapp è grave perché, spiega, le aggressioni al personale di polizia penitenziaria sono in crescita e "raggiungono numeri che le rendono un vero e proprio bollettino di guerra. Non si comprende come ad oggi non si riescano ad attuare misure preventive,previste dalla legge, atte a scongiurare tali episodi". 

Quindi la denuncia nei confronti dell'amministrazione penitenziaria per la "gravissima carenza di organico" e l'aumento "della popolazione detenuta che, nonostante, i tentativi, vani a questo punto, del Parlamento, stanno facendo precipitare il sistema carcere in un inferno".



Tag

«Scendi, non ti voglio più!». Le nuove intercettazioni choc di Bibbiano

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca