Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°18° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 17 ottobre 2019

Politica lunedì 26 giugno 2017 ore 08:00

"Comunali, il risultato complessivo non è granchè"

Matteo Renzi

Il segretario del Pd Matteo Renzi minimizza la sconfitta: "Nel numero totale dei sindaci vittoriosi siamo avanti noi del Pd"



ROMA — I dati parlano chiaro e le amministrative del 2017 saranno ricordate per l'affermazione dei partiti del centrodestra a fronte di quelli che fino a un mese fa venivano considerati i due blocchi politici principali del Paese: il Pd di Matteo Renzi da una parte e il Movimento 5 Stelle dall'altra. 

Secondo i dati di Youtrend, i ballottaggi hanno premiato il centrodestra visto che i suoi candidati sindaci l'hanno spuntata in 46 grandi Comuni contro i 38 del centrosinistra. Anche restringendo il bilancio ai capoluoghi il risultato non cambia: al centrodestra ne ha conquistati 16 su 22.

Risultato finale fra primo e secondo turno, compresi i Comuni piccoli e piccolissimi: 59 eletti nel centrodestra e 67 al centrosinistra. Ma con un distinguo essenziale: il centrodestra ha strappato al centrosinistra 12 città capoluogo (Genova, L'Aquila, Rieti, Monza, Piacenza, La Spezia, Alessandria, Asti, Pistoia, Como, Lodi e Oristano) mentre il centrosinistra ha fatto altrettanto solo in due casi, Padova e Lecce, riuscendo a mantenere le redini delle amministrazioni solo a Palermo, Taranto, Lucca e Cuneo. E in Toscana comunque ha perso una roccaforte, Carrara, passata, come a suo tempo a Livorno, ai 5 Stelle.

Di fronte a tutto questo, il segretario del Pd Matteo Renzi, in un lungo post su Facebook, parla di "risultati a macchia di leopardo come accade quasi sempre alle amministrative".

"Nel numero totale di sindaci vittoriosi siamo avanti noi del PD, ma poteva andare meglio: il risultato complessivo non è granché - scrive Renzi su Facebook - Ci fanno male alcune sconfitte, a cominciare da Genova e l'Aquila ma siamo felici delle affermazioni di Sergio a Padova, di Rinaldo a Taranto, di Carlo a Lecce. Ma più in generale da Ermanno a Cernusco sul Naviglio fino a Francesca a Sciacca, da Marco a Mira fino a Tommaso a Molfetta tutta Italia vede risultati belli e sorprendenti di alcuni dei nostri.
Menzione speciale per Veneto e Puglia, regioni dove andiamo meglio del previsto.  Peggio del solito Liguria e Emilia Romagna.
Luci e ombre in tutte le altre zone. Questi sono i dati veri". 

Qui sotto il post integrale di Matteo Renzi,



Tag

"Conte falso come il Parmesan", bagarre Lega in Senato. Casellati sospende la seduta

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca