Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°31° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 18 agosto 2019

Cronaca venerdì 20 maggio 2016 ore 20:25

L'addio al celibato finisce nel sangue

Un uomo di 43 anni residente a Certaldo ha accoltellato all'addome il fratello che tentava di farlo desistere da un litigio con un altro avventore



BUONALBERGO — Il fatto è accaduto alle 4 del mattino a Carpine, una frazione di Buonalbergo, in provincia di Benevento.

Il responsabile dell'accoltellamento si chiama Giovanni d'Agostino ed è originario di quelle zone anche se vive da  tempo a Certaldo. Si trovava in Campania per festeggiare un addio al celibato.

Durante la festa però ha cominciato a litigare per futili motivi con un altro avventore del bar. La situazione si è scaldata al punto che il fratello ha deciso di intervenire per dissuaderlo dal proseguire la discussione. Nella confusione generale, D'Agostino  gli ha sferrato un fendente all'addome con un coltello a serramanico. Poi, spaventato, ha cercato di scappare ma i carabinieri, nel frattempo allertati dai gestori del bar, sono riusciti a bloccarlo.

Il ferito è stato soccorso e trasportato in ospedale. La prognosi è di 30 giorni.

Sono in corso ulteriori indagini per ricostruire la vicenda che poteva avere ben più tragiche conseguenze, mentre l’arma del delitto è stata sottoposta a sequestro giudiziario.

A carico di Giovanni D'Agostino le accuse di tentato omicidio e porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Politica