Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 21 novembre 2019

Cronaca mercoledì 18 maggio 2016 ore 12:10

Michela straziata da quaranta coltellate

E' quanto emerso dall'autopsia sul corpo della donna. Sotto l'auto di Michela trovato un gps installato di nascosto dall'ex marito per seguirla



FIRENZE — L'ha colpita per quaranta volte, quaranta coltellate che non hanno lasciato via di scampo a Michela Noli, la donna di 31 anni uccisa dall'ex marito Mattia Di Teodoro, che poi si è tolto la vita. Molte delle coltellate avrebbero raggiunto punti vitali lesionando gli organi interni. E' quanto emerge dai primi risultati dell'autopsia disposta dal pm Vincenzo Ferrigno.

La mattina del giorno dell'omicidio Mattia Di Teodoro, secondo quanto accertato dagli investigatori, sapeva che Michela era insieme al nuovo compagno poiché aveva installato un gps sulla sua auto, trovato dalla polizia.

Questo tipo di gps è collegato al cellulare attraverso un'applicazione. Mattia Di Teodoro l'avrebbe piazzato dopo la separazione dalla moglie per seguire tutti suoi spostamenti.



Tag

Patty L'Abbate, senatrice 5 Stelle: «Scudo per Ilva? Domanda senza importanza»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca