Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 14 novembre 2018

Attualità lunedì 12 febbraio 2018 ore 15:00

Alta specializzazione, le eccellenze toscane

Il governatore Rossi e l'assessore Grieco hanno visitato la fondazione Prime e la Made in Tuscany Academy. Verso una nuova legge regionale



FIRENZE — Possono vantare un tasso di occupazione dei loro diplomati superiore all’85 per cento le due scuole superiori di alta specializzazione visitate dal presidente della regione Enrico Rossi con l’assessore regionale all’istruzione e formazione Cristina Grieco. Si tratta di Prime, la fondazione Its per la manutenzione industriale che opera nelle nuove tecnologie per il made in Italy con sede presso l’Itis Leonardo da Vinci di Firenze, e della Made in Tuscany Academy di Scandicci, che opera in particolare nelle nuove tecnologie per la moda con sede nel castello dell’ Acciaiolo. Eccellenze formative che stanno funzionando e crescendo anche grazie al sostegno della Regione Toscana che, negli ultimi tre anni, ha stanziato a loro favore più di un milione di euro.

È comunque nelle intenzioni del governo regionale dar vita entro l'anno ad una legge di riordino del settore della formazione, come annunciato da Rossi e Grieco questa mattina. E proprio a questo scopo è partita oggi la prima tappa di un breve tour che porterà presidente ed assessore a prendere contatto con le altre eccellenze e a confrontarsi con le imprese che accettano gli studenti come stagisti.

È il caso di Balenciaga a Scandicci, che opera nel comparto della moda/pelletteria, che è passata negli ultimi dieci anni da una trentina a 180 addetti in Italia, di cui circa 100 a Scandicci e che quest'anno conta di assumere altre 40 unità. Sono 37 gli stagisti accolti negli ultimi tre anni e 16 quelli assunti in via definitiva, di cui tre provenienti dalla Fondazione Mita, presieduta da Massimiliano Guerrini.

Anche secondo il presidente del Da Vinci di Firenze, che ospita la Fondazione Prime, Marco Paterni, per conseguire un'alta percentuale di assunzioni di corsisti é fondamentale il rapporto con il territorio, così come mantenere partenariati formativi con tutte le aziende più importanti. Allo stesso modo è necessario far studiare i ragazzi pensando sempre a ciò che faranno dopo in azienda, cioè impostare gli studi guardando sempre al loro futuro.

Si tratta di un'impostazione condivisa dal presidente della Regione che ha detto di voler formalizzare un vero e proprio modello toscano di formazione professionale e di voler mettere in grado i centri per l'impiego di fornire a lavoratori e aziende risposte più vere e certe, facendo incontrare davvero domanda e offerta di lavoro, qualificando quest'ultima con percorsi formativi specifici e mirati.

In Italia gli istituti tecnici superiori sono 87. In Toscana ce ne sono sette, specializzati nelle filiere ritenute strategiche per lo sviluppo regionale.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca