Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 22 ottobre 2019

Cronaca martedì 10 marzo 2015 ore 17:17

Altissima tensione, la polizia carica, un ferito

Servizio di Tommaso Tafi

Scontri di fronte al consiglio regionale. Dopo aver lanciato una bomba carta e fumogeni, i manifestanti hanno cercato di entrare senza riuscirci



FIRENZE — La situazione è degenerata poco dopo le 17. 

I manifestanti del Movimento di lotta per la casa e dell'Unione Inquilini sono arrivati in corteo davanti a Palazzo Panciatichi intorno alle 16 e, tramite i portavoce, hanno subito chiesto di essere ricevuti dal consiglio regionale per esporre le ragioni della contestazione alla riforma della legge sulla casa. 

Prima l'ufficio di presidenza del consiglio regionale, tramite la capogruppo di Rifondazione comunista Monica Sgherri, ha accettato di incontrare una delegazione formata da 10 persone, poi, di fronte al rifiuto dei manifestanti, ha proposto un incontro in auditorium allargato a 50 persone.

La proposta è stata accolta ma, 45 minuti dopo, nessuno era ancora sceso dall'aula del consiglio dove era in corso la discussione su un emendamento alla nuova legge elettorale. Gli animi si sono surriscaldati e un manifestante ha rotto con il fondo di una bottiglia i vetri dell'ingresso della portineria del palazzo. 

A quel punto, l'ufficio di presidenza ha detto nuovamente no al confronto aperto a 50 persone e, sempre tramite Monica Sgherri, ne ha proposto uno ristretto con cinque rappresentanti. I manifestanti hanno rifiutato, sono ricominciati urla e slogan e dopo qualche minuto la polizia ha caricato mentre i contestatori lanciavano una bomba carta e fumogeni e gettavano contro gli agenti oggetti e bottiglie. 

Durante gli scontri, il portavoce del Movimento di lotta per la casa Lorenzo Bargellini è rimasto ferito sul lato sinistro del volto e sul posto è intervenuta un'ambulanza che l'ha trasportato in ospedale mentre i tafferugli proseguivano. 

Alla fine il corteo si è ricomposto e ha sfilato nuovamente fino a piazza San Marco per poi disperdersi.



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca