FIRENZE
Oggi 10°17° 
Domani 24° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 26 settembre 2016

Attualità martedì 19 agosto 2014 ore 13:24

Balneari, la Regione lavora sull'estate 2015

Servizio di Tommaso Tafi

Tavolo di confronto con i comuni costieri e i titolari degli stabilimenti che hanno chiesto investimenti già da settembre per salvare la stagione

E' durato poco più di un'ora l'incontro tra i dirigenti della Regione, i titolari degli stabilimenti balneari, alcuni rappresentanti delle categorie economiche e il sindaco di Forte dei Marmi, Umberto Buratti, responsabile Anci Toscana dei comuni costieri.

Un'ora per mettere a punto una strategia utile a salvare una stagione turistica resa complicata soprattutto dal maltempo. Strategia che nelle intenzioni della regione è per lo più promozionale e comunicativa e che si concretizzerà nei prossimi giorni a seguito di nuovi confronti tra le parti.
Per il momento le certezze sono due: non ci sarà nessun rinvio della riapertura delle scuole - come chiesto invece dal sindaco di Forte dei Marmi sia al ministro dell'Istruzione che al governatore della Toscana -  ma la Regione metterà mano al portafogli per finanziare campagne di comunicazione e promozione mirate al settore balneare. Questo in particolare a partire da dicembre quando verranno poste le basi per la pianificazione della stagione 2015. Per il momento qualche intervento ad hoc verrà finanziato magari lavorando sull'offerta nei fine settimana, ma su questo le misure sono ancora tutte da definire. Così come da definire sarà l'ammontare dei fondi a disposizione, che la Regione ha assicurato, ma che non sono stati ancora quantificati.
Nel frattempo la Regione diffonderà una mail dedicata espressamente ai titolari degli stabilimenti che potranno comunicare le iniziative che verranno organizzate nelle prossime settimane; Toscana Promozione provvederà poi a lavorare sulla comunicazione e diffondere la notizia.

Sullo sfondo poi resta la questione della direttiva Bolkestein, che prevede che le concessioni demaniali su cui sorgono gli stabilimenti vengano messe all'asta entro il 2015. Il sindaco di Forte dei Marmi ha invitato il Governo a giocare un ruolo centrale su questo punto, anche alla luce del semestre europeo a guida italiana che si concluderà a fine anno. Buratti ha sottolineato la necessità di dare certezze ai titolari degli stabilimenti che in questo modo potranno tornare a investire sul rinnovo delle strutture.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità