Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 21°33° 
Domani 22°33° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 25 giugno 2019

Cronaca mercoledì 07 marzo 2018 ore 11:00

Botte e minacce, l'incubo corre sui social

Dai domiciliari ha continuato a minacciare la moglie che per le botte subite in passato ha perso la milza. Per lui si sono aperte le porte del carcere



CASTELFIORENTINO — Il salto dai domiciliari a una cella del carcere di Sollicciano è stato breve: anche se costretto a stare in casa e alla larga dalla moglie di 33 anni che in passato aveva aggredito più volte sia a parole che nei fatti, il marito 34enne ha continuato a perseguitarla attraverso i social network. Uno stillicidio fatto di messaggi con cui l'uomo la invitava a non frequentare altri uomini per evitare conseguenze. 

Di origini campane, l'uomo era stato in un primo momento oggetto di un divieto di avvicinamento alla moglie e poi dei domiciliari. 

Esasperata, la donna si è di nuovo rivolta ai carabinieri per chiedere aiuto. Il giudice ha per questo deciso di aggravare la custodia cautelare trasferendolo in carcere. Per lui si sono aperte le porte di Sollicciano. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cultura