comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°18° 
Domani 12°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 28 settembre 2020
corriere tv
Aurelio Visalli, le onde alte sette metri sormontano i tre soccorritori con un solo salvagente

Imprese & Professioni martedì 03 dicembre 2019 ore 18:30

​In Toscana è stato realizzato il primo progetto di patentino digitale

Per un utilizzo responsabile della rete ed che ha come obbiettivo soprattutto i più giovani.



TOSCANA — E’ risaputo che le nuove tecnologie sono in grado di offrire enormi opportunità se vengono utilizzate con consapevolezza e misura. E’ quindi conveniente insegnare ai giovani di oggi ad avere un certo spirito critico ed aiutarli a diventare autonomi nell’utilizzo di social network e di tutto ciò che concerne internet.

Internet è un canale che permette di accedere ad un’infinità di informazioni ed attività di svago. Si possono imparare lingue, potenziare abilità di vario genere o persino far passare il tempo libero tentando la fortuna su piattaforme come il casinò online di NetBet. Ciò che tuttavia è importante avere sempre in mente è l’utilizzo responsabile del mondo digital ed è fondamentale che questo concetto sia chiaro anche ai più giovani.

Che conseguenze può avere un eccessivo utilizzo dei social network sui ragazzi e non solo?

Ecco alcuni “rischi” di un utilizzo smodato, poco consapevole e che espone a chiunque la propria vita privata.

  • Mancanza di disconnessione: secondo alcune ricerche la dipendenza da social network impedisce di disconnettersi del tutto persino in vacanza per potersi concedere un riposo fisico e anche mentale.
  • Bassa autostima e problemi d’ansia: il comportamento in alcuni social ha un effetto diretto sull’autostima degli utenti e ciò è ancora più forte se si parla di ragazzi che stanno attraversando l’adolescenza.
  • Mancanza di separazione tra vita reale e sociale: l’utilizzo eccessivo dei social e l’elevata esposizione delle nostre vite porta con sé una difficoltà a riuscire a separare ciò che appartiene alla vita reale e ciò che invece resta sulle piattaforme. Quanto accade dietro allo schermo ha sempre più conseguenze sul comportamento quotidiano e porta a cercare una sempre maggiore approvazione esterna, cosa che non dovrebbe accadere in misura eccessiva.
  • Frustrazione e solitudine: per quanto sembri paradossale, un uso esagerato dei social può essere relazionato con problemi di solitudine. La costante ricerca di conferme esterne porta a frustrazione e ad isolamento da parte di adolescenti che non si sentono sufficientemente riconosciuti e valorizzati dai loro “amici” virtuali.
  • Problemi del sonno: il fatto che sia possibile accedere ai social network in qualsiasi momento del giorno e della notte comporta effetti negativi sui bioritmi. Secondo alcuni studi il 25% degli utenti si sveglia molto presto la mattina o addirittura interrompe il sonno per leggere le notifiche o il feed relativo alle ore precedenti.
  • Difficoltà nel prestare attenzione e a memorizzare: la tendenza a fruire di contenuti sempre più fugaci e brevi comporta che la capacità di ritenere informazioni non sia più quella di prima e che spesso capiti di non sapere dove si è letta una notizia o un’informazione.
  • Egocentrismo: secondo alcune ricerche l’80% degli utenti utilizza i social network per parlare di se stesso, di ciò che gli capita e di come si sente. Una delle conseguenze è la mancanza di empatia che può portare a una sorta di narcisismo.

A San Casciano è stato messo in pratica un interessante progetto per insegnare ad alcune classi delle medie dell’Istituto comprensivo Il Principe ad utilizzare social network e internet in modo consapevole.

Il percorso formativo è durato 8 ore e si è concluso con un breve test che ha permesso ai ragazzi di conseguire un “patentino digitale” a testimonianza di aver imparato adeguatamente le regole per un uso corretto di social e web.

Il progetto è nato da un’iniziativa del Corecom, il Comitato regionale per le comunicazioni che lo ha introdotto in alcune scuole toscane con l'obiettivo di divulgare tra i più giovani le regole per una navigazione consapevole in rete.

Il programma non ha analizzato solo le conseguenze di un utilizzo eccessivo dei social network ma anche gli effetti dell’odio online fornendo strategie per contrastarlo, l’utilizzo degli smartphone nella vita quotidiana e nozioni su come spendere il denaro su internet. Il percorso formativo ha coinvolto anche insegnanti e genitori dei ragazzi per aiutare tutti a interiorizzare competenze di vario tipo.

pic by https://elements.envato.com/



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità