Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 5° 
Domani -5°4° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 16 dicembre 2018

Imprese & Professioni lunedì 17 settembre 2018 ore 10:05

Come organizzare il viaggio negli Stati Uniti

L'aeroporto di Pisa conferma il suo trend di crescita registrando un +4,9% con 5 milioni e 200mila passeggeri in totale. Tra i voli da non perdere, il diretto Pisa - New York. Per chi desidera visitare la Grande Mela, ecco qualche informazione utile.



TOSCANA — Un solo viaggio non è sufficiente per godere della magnificenza degli Stati Uniti d'America. La destinazione simbolo rimane New York City. La California invece è lo Stato più amato. Gli USA però hanno da offrire molto altro ancora. A partire dai parchi nazionali. Se Yellowstone è il più famoso, il South West è la regione geografica che può regalare maggiori soddisfazioni ai turisti. Per chi è alla ricerca di una vacanza al mare, Florida e Hawaii rappresentano le due mete principi.

L'organizzazione di un viaggio negli Stati Uniti richiede un'attenzione ai dettagli particolare. Prima di tutto, occorre studiare un itinerario realistico in base alla durata del viaggio e ai propri interessi personali. Mettere troppa carne al fuoco non è mai una pratica consigliata, considerati anche gli spazi immensi degli States rispetto a quelli a cui si è abituati in Italia e nel resto del Vecchio Continente.

Il secondo step è la definizione di un budget. Soltanto successivamente arriva la fase di prenotazione dei voli e degli hotel. In conclusione, si vanno a determinare i dettagli delle singole giornate di viaggio attraverso percorsi ad hoc, in aggiunta alla scelta dei ristoranti.

Da New York ai parchi nazionali del South West, senza dimenticare la California e le Hawaii. Gli USA offrono destinazioni illimitate. Anche per questo motivo è necessaria un'organizzazione curata nei minimi particolari.

Consigli pratici e cos'è l'ESTA

Definito l'itinerario per il proprio viaggio negli USA, si può procedere con l'organizzazione della vacanza. Per i voli, è bene prenotare fino a 5-6 mesi prima rispetto alla data in cui si vuole partire. I due parametri da prendere in considerazione sono il costo totale e la durata complessiva del volo.

Subito dopo il viaggio, si consiglia di prenotare l'assicurazione di viaggio, indispensabile se si vogliono evitare le spese astronomiche del servizio sanitario USA in caso di spiacevoli incidenti. Nella scelta del luogo in cui pernottare, è importante non affidarsi ad un unico sito né prendere come vangelo le recensioni che si trovano online nei più famosi portali dedicati ai viaggiatori. Inoltre, è consigliato non alloggiare in un bed and breakfast o in un appartamento, poiché nella maggior parte dei casi hanno un costo superiore rispetto a quello delle altre strutture.

Infine, per un soggiorno di una o due settimane negli Stati Uniti d'America può risultare fondamentale il noleggio di un'automobile. È bene non limitarsi al costo più economico ma a quello che garantisce il miglior rapporto qualità-prezzo in base alle proprie esigenze. Inoltre, sono preferibili le auto di dimensioni maggiori, sia per il peculiare trasporto americano sia per la comodità di un bagagliaio grande.

Per un viaggio negli Stati Uniti occorre l'ESTA. L'ESTA è l'autorizzazione al viaggio tramite sistema elettronico con cui è possibile risiedere negli Stati Uniti per un tempo non superiore ai 90 giorni. Se il soggiorno prevede un tempo di permanenza maggiore, è necessario un visto. L'autorizzazione elettronica può essere ottenuta compilando un modulo online dal sito https://www.application-esta.us/application.

I tempi di accettazione sono fulminei. In genere, le domande per ottenere l'ESTA vengono elaborate nel giro di pochissimi minuti. Un dettaglio che potrebbe tornare utile qualora si dovessero riscontrare dei problemi e si fosse costretti a ripetere la procedura a poche ore dall'imbarco.

Una volta che si riceve il semaforo verde per l'ESTA, l'autorizzazione ha una validità pari a due anni. Ciò significa dunque che, se si hanno in programma due o più viaggi negli Stati Uniti d'America nell'arco di 24 mesi, non è necessario richiedere un secondo ESTA. Prima di procedere, è bene munirsi di passaporto e carta di credito. I circuiti accettati sono American Express, Visa e Mastercard. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca