Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi -4°-4° 
Domani -1°4° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 22 febbraio 2018

Attualità lunedì 17 novembre 2014 ore 14:28

Danni d'immagine al Giglio per 160 milioni

Il naufragio della Concordia ha diffuso nel mondo 40 miliardi di messaggi negativi sull'isola. Danni biologici per gli abitanti da 125 a 189 milioni



GROSSETO — La stima dei danni di immagine e biologici provocati all'isola del Giglio è stata presentata dai consulenti tecnici dell'amministrazione comunale nel corso del processo in corso a Grosseto contro i responsabili della tragedia.

"Il danno biologico ed esistenziale subito dagli abitanti dell'isola oscilla fra i 125 e i 189 milioni di euro - ha spiegato il consulente Carlo Scarpa - Il danno è calcolato per i 1.418 residenti per i 920 giorni di permanenza del relitto davanti al porto".

Cifre a sette zeri anche per i danni di immagine.

"L'isola del Giglio è stata associata al disastro come in una campagna pubblicitaria negativa appositamente costruita - ha detto Scarpa - Per calcolare i danni di immagine quindi abbiamo preso come riferimento i costi di una campagna pubblicitaria compensativa". E le cifre che ne sono derivate sono impressionanti: da 153 a 156 milioni di euro di danni generali di immagine, da 13 a 26 milioni di euro per il calo di presenze turistiche, altri 3 milioni di danni al Comune.

"Dal 13 gennaio al 13 marzo 2013 in Italia ci sono state un miliardo e 600.000 visualizzazioni di articoli che associano il Giglio alla Concordia, a cui si aggiungono i 40 miliardi di visualizzazioni all'estero, 2500 articoli su quotidiani di diffusione media, 963 passaggi sulle tv nazionali e migliaia all'estero. Un bombardamento mediatico imponente - ha sottolineato il consulente - Poi bisogna considerare il calo delle presenze turistiche e il blocco della macchina amministrativa comunale, con il mancato ampliamento del porto e il ritardo di due anni nell'approvazione del piano strutturale comunale. Per non parlare la diminuzione degli introiti derivanti dagli oneri di urbanizzazione per le tasse da sbarco nel porto".

Il governatore Enrico Rossi ha invece annunciato che la Regione chiederà a Costa un indennizzo di 30 milioni di euro per i danni di immagine subito dalla Toscana. "Le foto del mostro adagiato sugli scogli del Giglio hanno fatto il giro del mondo e si sono impresse nell'immaginario collettivo - ha dichiarato Rossi - Questo ci ha danneggiato e ci danneggia, contrasta e offusca la bellezza delle nostre spiagge, delle nostre isole e del nostro paesaggio".

Dopo l'affondamento del transatlantico fu registrato un calo di turisti del 13% sull'isola del Giglio, del 7,5% nell'arcipelago e del 4% sulle coste toscane. Complessivamente il Giglio potrebbe aver perso in 900 giorni almeno 45.000 visitatori.

Rossi chiede i danni a Costa - Dichiarazione


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Politica