Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 25 marzo 2019

Attualità sabato 15 novembre 2014 ore 18:59

De Falco ricorre al Tar contro la Capitaneria

Il capitano di fregata ha deciso di impugnare la decisione dei suoi superiori di trasferirlo dai servizi operativi a mansioni di tipo amministrativo



LIVORNO — Gregorio De Falco è diventato famoso per aver intimato al telefono a Francesco Schettino di tornare sulla Costa Concordia la tragica notte del naufragio.

Alla fine di settembre i superiori del capitano hanno disposto il suo trasferimento ad un incarico di tipo amministrativo. Decisione che De Falco ha contestato, scatenando reazioni in sua difesa a tutti i livelli istituzionali e una raccolta di firme per chiedere al governo di lasciarlo al suo posto.

Oggi l'annuncio della decisione di De Falco di impugnare davanti al Tar il provvedimento del Comando generale delle Capitanerie di porto.

"La vicenda del cambiamento di mansione ha preso la strada giusta - ha dichiarato De Falco - C'è un provvedimento giuridico davanti al Tar e questa è la strada maestra che deve prendere questa questione".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità