Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 17 giugno 2019

Attualità martedì 04 agosto 2015 ore 18:50

Depuratore in avaria causa una moria di pesci

Il malfunzionamento di un depuratore nel comune di Peccioli ha determinato l'inquinamento e una moria di pesci in un tratto del torrente Era



PISA — "I tecnici dell'agenzia - si legge in una nota dell'Arpat - si sono recati sul posto e hanno verificato, insieme a personale della Polizia provinciale di Pisa, che a Peccioli, poco dopo l'immissione dello scarico del depuratore, l'acqua del torrente Era presentava una colorazione scura con odore caratteristico di reflui urbani non depurati. Circa 50 metri a valle di quel punto erano presenti numerosi pesci morti di taglia medio-piccola. A monte, invece dell'immissione dello scarico l'acqua risultava pulita ed era presente fauna ittica. E' stato quindi accertato che presso l'impianto di depurazione era attivo il by-pass in ingresso dei reflui non depurati e le acque defluivano, senza passare dall'impianto, nel condotto in cemento nel quale si immette anche lo scarico finale del depuratore".

"Ciò è avvenuto - sottolinea Arpat - perché una la paratia a monte di una griglia automatica, al momento del sopralluogo, era ostruita e non permetteva il passaggio di parte dell'acqua destinata all'impianto". "L'impianto - conclude l'agenzia - non è presidiato, ma controllato circa 3/4 volte la settimana dal personale di Acque spa ed è telecontrollato per le eventuali avarie elettromeccaniche dei macchinari installati".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Attualità

Attualità