Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°21° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 20 agosto 2019

Attualità sabato 29 giugno 2019 ore 23:55

Dieci anni dalla strage, Viareggio non dimentica

In migliaia hanno partecipato al corteo nel decimo anniversario della strage nel ricordo delle 32 vittime e per chiedere ancora verità e giistizia



VIAREGGIO —  29 giugno 2009 - 29 giugno 2019. Sono passati dieci anni da quella notte terribile dove persero la vita 32 persone e anche oggi migliaia di persone si sono strette ancora una volta attorno ai familiari delle vittime.

E dopo dieci anni, pochi giorni fa, la sentenza del processo di appello, che ha visto la conferma delle condanne pronunciate nel processo di primo grado per gli ex amministratori delegati di società del gruppo Ferrovie come Mauro Moretti, Michele Mario Elia e Vincenzo Soprano.

A Viareggio sono passati dieci anni, ma è come se fosse accaduto ieri, perché Viareggio non dimentica e la città si è svegliata con i fischi dei treni, che con il loro lungo saluto, hanno ricordato quella notte d'inferno, quando il treno carico di gpl deragliò e innescò le esplosioni che strapparono dalle loro case, dalle loro famiglie quelle 32 vite.

In testa al corteo, partito dal palazzetto dello sport in Darsena dopo l'assemblea dei Comitati delle stragi d'Italia, lo striscione dell'associazione "Il mondo che vorrei", che riunisce i familiari delle vittime della strage di Viareggio, poi i gonfaloni dei Comuni della Versilia, quello della Regione Toscana, il sindaco di Viareggio Giorgio del Ghingaro e gli altri esponenti delle istituzioni locali.

Lungo il percorso del corteo tre soste: la prima in via Coppino dove la notte Halloween dopo un'aggresione morì Emanuele Iacconi. La seconda alla statua in ricordo di Matteo Valenti morto a 23 anni in un incidente sul lavoro. Ultima alla Croce Verde, che subì danni la notte del 29 giugno 2009 e alcuni volontari rimasero ustionati. 

Poi il momento del ricordo, sul palco allestito tra via Ponchielli e la ferrovia. Il ricordo dei familiari delle vittime e della lotta per la verità e la giustizia. 

Poi i 32 rintocchi, come le vittime di quella notte incancellabile, e i loro nomi letti uno a uno dai bambini accompagnati dai fischi dei treni.

29 giugno 2009 - 29 giugno 2019

Un pensiero alle vittime e ai familiari.

Hamza Ayad, Nadia Bernacchi, Claudio Bonuccelli, Rosario Campo, Andrea Falorni, Maria Luisa Carmazzi, Antonio Farnocchia, Mario Pucci, Ana Habic, Ilaria Mazzoni, Michela Mazzoni, Luca Piagentini, Olivia Magdalena Cruz Ruiz, Aziza Aboutalib, Rachid Moussafar, Angela Monelli, Elena Iacopini, Abdellatif Boumalhaf, Iman Ayad, Lorenzo Piagentini, Mohammed Ayad, Nouredine Boumalhaf, Stefania Maccioni, Sara Orsi, Alessandro Farnocchia, Federico Battistini, Roberta Calzoni, Mauro Iacopini, Emanuela Menichetti, Marina Galano, Elizabeth Silva T. Guadalupe



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca