Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13°27° 
Domani 14°26° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 20 giugno 2019

Cronaca martedì 28 luglio 2015 ore 17:31

Un caso di febbre Chikungunya in Toscana

L'Asl 11 rassicura: "Nessun pericolo per la popolazione. Buone condizioni di salute della persona. Ricoverata in ospedale, è guarita in pochi giorni"



CASTELFIORENTINO — Un caso di febbre Chikungunya si è verificato nel territorio comunale. Ne dà notizia l'Asl 11. Che rassicura la popolazione.

La Chicungunya è un’infezione presente in zone tropicali che si manifesta con sintomi simili a quelli dell’influenza. In genere il decorso è di pochi giorni con guarigione spontanea.

La persona infettata è stata ricoverata all'ospedale “San Giuseppe” di Empoli, è attualmente in buone condizioni di salute ed è in fase di dimissioni in data odierna, martedì 28 luglio.

In ogni caso, la situazione attuale non è motivo di preoccupazione per la popolazione.

Considerato che la malattia è trasmessa attraverso la puntura di zanzara, il comune di Castelfiorentino, a titolo precauzionale, come da disposizioni ministeriali e in collaborazione con l’Asl 11, ha emesso un'ordinanza per la disinfestazione della zona (per un raggio di 200 metri) dove si trova l'abitazione del paziente; la disinfestazione è già stata effettuata.

Nell’occasione, si ricordano, come ogni anno, alcune semplici norme di prevenzione contro le zanzare in generale:

1) evitare la formazione di raccolta d’acqua stagnante anche di piccole quantità;

2) vuotare settimanalmente nel terreno, e non nei tombini, l’acqua dei sottovasi, piccoli abbeveratoi, annaffiatoi o altri contenitori;

3) coprire con zanzariere, o con teli di plastica senza crearvi avvallamenti, i contenitori d’acqua quali vecchie vasche, bidoni, fusti, etc. utilizzati nell’orto o per l’allevamento di animali. Coprire anche i sottovasi inamovibili del proprio giardino;

4) mettere pesci che si cibano di larve (gambusie o pesci rossi) nelle vasche o fontane ornamentali;

5) in assenza di precipitazioni atmosferiche, dotare i tombini dei propri giardini, cortili e condomini di rete antizanzare.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Cronaca

Cronaca