Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°33° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 19 agosto 2019

Attualità martedì 20 febbraio 2018 ore 11:50

"Agnese Renzi circola e parcheggia ovunque gratis"

La segnalazione di Fratelli d'Italia, con un video girato dal capogruppo in Consiglio regionale Donzelli insieme al consigliere comunale Torselli



FIRENZE — La segnalazione arriva attraverso un video girato ad hoc e postato su Facebook da Fratelli d'Italia, con il capogruppo in Consiglio comunale di Firenze Francesco Torselli e il capogruppo in Consiglio regionale, candidato alla Camera in Toscana, Giovanni Donzelli.

Nel filmato, i due esponenti di Fratelli d'Italia sottolineano che "La moglie di Matteo Renzi, Agnese Landini, ha un pass che la autorizza a circolare con la sua auto personale in tutto il centro di Firenze: aree pedonali, corsie preferenziali e zone a traffico limitato. Può parcheggiare gratuitamente in tutta la città. Perché il Comune di Firenze, grazie ad un'autorizzazione richiesta direttamente dal sindaco Dario Nardella, le consente tutto ciò? Pretendiamo delle spiegazioni".

Torselli e Donzelli si rivolgono poi al segretario del Partito democratico Matteo Renzi: "Perché sua moglie ha questo privilegio mentre i fiorentini non ce l'hanno?" e al sindaco Dario Nardella: "Ci spieghi come mai lei ha chiesto che la moglie di Matteo Renzi abbia questo privilegio a Firenze".

Su richiesta di Torselli la Società per i servizi alla strada di Firenze, che rilascia i contrassegni di accesso per i veicoli, a suo tempo ha risposto che "il contrassegno è utilizzabile per il transito corsie e aree pedonali, valido sosta spazi residenti ztl–zcs e blu promiscui. Il permesso, valido fino al 2021, è stato rilasciato su indicazione della segreteria del sindaco per funzione istituzionale-sicurezza lo scorso 21 settembre 2017".

"Questa vicenda - concludono i due esponenti di Fratelli d'Italia - mette in luce ancora una volta l'arroganza della sinistra al potere: i suoi esponenti fanno la morale e poi sottobanco concedono privilegi soltanto agli amici, calpestando i diritti di tutti gli altri".

Le prime repliche sulla vicenda sono arrivate da alcuni esponenti del Pd che hanno dichiarato all'agenzia Ansa che il "permesso in questione è stato rilasciato all'auto di famiglia intestata a Matteo Renzi che ne aveva diritto prima come sindaco, poi ricoprendo cariche istituzionali e ora automaticamente avendo il segretario la residenza nel centro storico".

In serata ulteriori precisazioni dal Comune. Palazzo Vecchio ha fatto sapere che "le misure di protezione personale, in cui rientra anche la concessione dei permessi di circolazione speciali, come quella dell'ex premier e attuale segretario del Pd Matteo Renzi, vengono comunicate dalla prefettura al sindaco; Il sindaco non interviene personalmente, ma è la sua segreteria, sulla base di quanto comunicato dalla prefettura, ad attivare gli uffici. Dopodichè, il permesso lo rilascia la Sas, società dei servizi alla strada, e non il Comune".

Infine anche Matteo Renzi è intervenuto scrivendo su Facebook: "Alcuni politici del centrodestra, anzichè fare il lavoro per il quale sono pagati, hanno pedinato per giorni mia moglie e poi hanno scattato la foto di Agnese che, tornando da scuola, sta entrando nel lungarno Diaz accanto agli Uffizi".

"Ma chinque conosce Firenze sa che, durante i lavori di questi mesi, quella strada è l'unico passaggio per poter tornare a casa in via Guicciardini. Un passaggio obbligato - scrive ancora Renzi - Chi è residente o comunque ha il parcheggio in centro deve attraversare qyella come unica strada per arrivare in Oltrarno. Deve passare di lì a meno di non scegliere l'elicottero ma in piazza Pitti si atterra male. Perchè tanta malafede? Perchè tanto odio? Per stare a Firenze noi abbiamo affittato come molti altri che stanno in centro un posto auto in un garage. Pagando come tutti.  I giornali e i siti che hanno scritto il contrario potranno devolvere il risarcimento danni all'ospedale mediatrico Meyer".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Cronaca

Attualità