Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°16° 
Domani 15°22° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 21 ottobre 2019

Politica venerdì 12 aprile 2019 ore 16:00

Bonafè, Danti e Nardini, candidati alle europee

Simona Bonafè, Nicola Danti e Alessandra Nardini

La consigliera regionale Nardini, l'eurodeputato Danti e la segretaria Pd Bonafè, scelti da Zingaretti per la circoscrizione dell'Italia Centrale



FIRENZE — Tre dem dalla Toscana candidati del Pd al Parlamento Europeo. Nicola Danti, eurodeputato del Pd, Alessandra Nardini, consigliera regionale della Toscana e la segretaria del Pd toscano Simona Bonafè

Bonafè, Nardini e Danti sono stati scelti dal neo segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti e fanno parte della lista Italia Centro, che comprende Toscana, Umbria, Marche e Lazio, la cui capolista è Simona Bonafè, originaria di Varese, già eurodeputata eletta in Toscana nel 2014 è diventata segretaria del Pd toscano nell'ottobre del 2018, vincendo le Primarie con il 63,2% dei voti.

 "Sono onorata e orgogliosa - ha scritto su Facebook Bonafè - di poter guidare la lista del Pd nella circoscrizione Italia centrale per le europee ­ sottolinea. Sta a noi adesso portare avanti la sfida al sovranismo cialtrone e inconcludente per affermare che solo un'Europa rinnovata può reggere l'impatto con le grandi questioni del futuro".

Nicola Danti, nato a Pelago, nel 2007 diventa consigliere regionale Pd in Toscana, poi eurodeputato nelle elezioni del 2014.

Alessandra Nardini, 31 anni di Capannoli, è consigliera regionale della Toscana del PD dal 2015.

Per Alessandra Nardini "le istituzioni Europee vanno riformate radicalmente, riprendendo il sogno federalista, ma non c'è futuro senza Europa", ha affermato Nardini. "Vogliamo un'Europa più sociale, del lavoro, dei diritti, delle opportunità per i giovani, alleata dei cittadini e dei territori - ha detto -. Un'Europa che metta al centro il tema della sostenibilità, perché l'ambientalismo non è un capriccio radical chic, è l'unica bussola economica e politica per salvare il pianeta".

Ma come si vota alle elezioni europee? 

Si vota tracciando una X su un simbolo e si possono esprimere al massimo tre preferenze di quella lista. Nel caso di tre preferenze si deve votare candidati di genere diverso. Sia donne che uomini. Non è valido il voto disgiunto, cioè votare un partito e un candidato che fa parte di un'altra formazione politica. 



Tag

Italia Viva, Renzi: «Non faremo l'alleanza con M5S»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca