Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°27° 
Domani 18°27° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 23 agosto 2019

Attualità mercoledì 23 maggio 2018 ore 13:15

Differenziata, la Toscana punta al 75 per cento

La Regione ha annunciato entro l'estate un nuovo piano dei rifiuti. Stop termovalorizzatori e misure speciali per gli scarti dei distretti industriali



FIRENZE — La Regione Toscana presenterà entro l'estate un nuovo piano per la gestione dei rifiuti. Lo ha annunciato in Consiglio regionale il presidente toscano Enrico Rossi spiegando che l'obiettivo dichiarato è quello di portare la raccolta differenziata sul territorio al 75 per cento entro il 2023 dall'attuale 54 per cento. 

Nel piano anche la riduzione dei termovalorizzatori e delle discariche con misure specifiche per i rifiuti prodotti dai distretti industriali. 

Alla base del nuovo piano rifiuti c'è il concetto di economia circolare che punta sul massimo riciclo dei materiali scartati. La scelta di ridurre l'utilizzo dei termovalorizzatori, ha detto Rossi, è dettata anche dai suggerimenti che arrivano dall'Europa che impone precisi paletti agli impianti di incenerimento. 

Quattro i cardini del piano. Prima di tutto l'incentivo, tramite gli ATO e i gestori a migliorare la quantità e la qualità della raccolta differenziata. Dovrà anche essere incentivata la "domanda" di materia recuperata attraverso la raccolta differenziata da parte del sistema produttivo regionale. In particolare da parte dei principali distretti produttivi della carta, del cuoio e del tessile. E ancora assicurare la chiusura dei cicli di produzioni toscani attraverso il riconoscimento di una priorità negli impianti toscani che trattano rifiuti speciali. Infine la ricerca e l'innovazione tecnologica in materia di rifiuti che dovrà essere incentivata. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca