Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°24° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 21 settembre 2019

Attualità martedì 28 giugno 2016 ore 10:25

Emergenza caldo, pronto soccorso al collasso

Bollino rosso nella zona centrale della Toscana, soprattutto nelle province di Firenze, Parto e Pistoia. L'Ausl: "Aumentano i ricoveri degli anziani"



FIRENZE — Le previsioni meteorologiche confermano temperature elevate anche per questa settimana. Bambini, anziani e persone con malattie croniche dovranno prestare particolare attenzione. Alcuni accorgimenti per evitare possibili effetti negativi sulla salute dovuti a colpi di calore riguardano tutta la popolazione.

"Si è registrato un incremento degli accessi che si attesta del 10-15 per cento nei Pronto Soccorso dell'Azienda USL Toscana Centro, in questo ultimo weekend - commenta Simone Magazzini - direttore del Dipartimento Emergenza dell'Ausl Toscana Centro - in particolare per le persone anziane o con patologie croniche più esposte a disturbi provocati dalle temperature elevate che si sono registrate nella scorsa settimana. E' importante informare i cittadini su comportamenti da osservare in occasione dei picchi estivi di caldo che possono sembrare banali ma se rispettati con attenzione possono evitare disagi e ricorsi al Pronto Soccorso".

Ecco cosa fare:

In casa arieggiare i locali dell’abitazione durante le prime ore della mattina. Utilizzare tende o protezioni alle finestre per impedire l’ingresso dei raggi solari. Limitare l’utilizzo di forno e fornelli che tendono ad aumentare la temperatura nell’ambiente domestico. E’ consigliabile utilizzare un condizionatore d’aria senza abbassare drasticamente la temperatura di casa rispetto a quella esterna, per evitare bruschi sbalzi termici.

E’ importante assumere liquidi né freddi né alcolici. E’ consigliata una alimentazione leggera con frutta, verdura e pesce. Fuori casa si raccomanda di restare in casa nelle ore più calde della giornata (dalle ore 11.00 alle ore 17.00) e, se possibile stare all’ombra o in ambienti ventilati. L’abbigliamento è consigliato di colore chiaro, non aderente e di lino e cotone, sono da evitare le fibre sintetiche. All’esterno indossare occhiali e cappello.

In auto evitare di mettersi in viaggio nelle ore più calde della giornata. E’ sempre meglio portare dell’acqua quando si deve affrontare un lungo viaggio. Non stare in auto e non lasciare animali all’interno dell’abitacolo neppure per un piccola sosta. Regolare, se l’auto è dotata di climatizzatore i gradi su un volore di 5° C inferiori alla temperatura registrata all’esterno. 



Regionali Umbria, Di Maio: «No ai partiti nella futura giunta»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità