Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 29 febbraio 2020

Cronaca lunedì 08 maggio 2017 ore 09:55

Farmaci, riciclaggio e corruzione, 19 arresti

Dirigenti medici e imprenditori farmaceutici nel mirino di un'operazione dei Nas di Parma. Blitz in sette regioni, fra cui la Toscana



FIRENZE — Associazione a delinqere finalizzata alla corruzione e al riciclaggio, abuso d'ufficio, peculato, truffa aggravata e trasferimento fraudolento di valori sono le accuse a carico degli imprenditori e dei dirigenti medici, 19 in tutto, colpiti da mandato di arresto nell'ambito dell'operazione Pasimafi del Nas di Parma. Nel corso delle indagini sono state passate al setaccio 17 aziende del comparto farmaceutico, indagando 75 persone. 

L'associazione a delinoquere operava nel campo della sperimentazione sanitaria e nella divulgazione scientifica per favorire determinate imprese farmaceutiche nazionali ed estere che, attraverso la corruzione e la truffa, commercializzavano medicinali e dispositivi medici.

Due società create per riciclare i proventi delle attività illecite sono state poste sotto sequestro insieme a mezzo milione di euro.

Dalle prime ore della mattinata duecento militari del Comando per la tutela della salute e dei comandi provinciali di Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Piemonte, Veneto, Umbria e Lazio sono impegnati nelle esecuzioni delle custodie cautelari.

Eseguite anche 52 perquisizioni presso le abitazioni dei professionisti coinvolti nella vicenda e presso le sedi di società e aziende farmaceutiche. I reati contestati agli indagati sono quelli di
associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al riciclaggio,



Tag

Coronavirus, Mattarella: «Basta paure irrazionali, grazie a chi si trova in prima linea»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità